Burning Ground: The last day of light

Condivi sui social network:

Burning Ground

The last day of light

(Minotauro Records)

heavy metal

_______________

https://youtu.be/8eTXbVnXIH4

Burning Ground: The last day of lightThe last day of light è il primo album dei Burning Ground, gruppo heavy metal attivo dal 2002 e nato in Sardegna. L’album è composto da otto tracce in cui si percepiscono influenze che spaziano dal Classic Heavy, l’U.S. Power e il Thrash Metal.

La prima traccia dell’album è una intro che introduce abbastanza dolcemente i pezzi successivi, e ad una outro che conclude l’album lasciandoti il tempo di analizzare quel che hai appena finito di ascoltare.

I temi proposti dai Burning Ground nei loro brani si possono già intuire dalla copertina dell’album, disegnata dall’artista francese Pierre-Alain Emmi e trattano della relazione tra l’uomo e la natura, in cui l’uomo prende le valenze del carnefice, colui il quale sfrutta le risorse messe a sua disposizione a causa dell’avidità sempre maggiore che lo contraddistingue, mentre la natura è la vittima di questi atteggiamenti egoistici e di questo sfruttamento senza ritegno delle risorse che gli sono state donate.

Non posso che citare una frase tratta dal testo Before I see, quinta traccia dell’album: I am the cancer that you cannot cure. I brani dei Burning Ground sono godibili anche grazie alla voce di Maurizio Meloni, vocalist del gruppo e ai vari riff di chitarre presenti nei vari brani. Sicuramente sono da seguire, in futuro potrebbero regalarci nuove emozioni.

 

 

Gli ultimi articoli di Iolanda Pompilio

Condivi sui social network:
,