Rational Youth: la recensione di Cold War Night Life (Deluxe)

Condivi sui social network:

Rational Youth

Cold War Night Life (Deluxe)

(Universal Music Canada)

synth pop, new wave

_________________

 

Rational Youth- la recensione di Cold War Night Life (Deluxe)Formatisi nel 1981 a Montreal, i canadesi Rational Youth, hanno raccolto nel tempo meno di quello che avrebbero meritato, ma hanno resistito e nonostante diversi cambi di formazione sono giunti fino all’era del digitale e della musica cosiddetta “liquida”.

Cold War Night Life è stato il loro album d’esordio nel 1982, un album che richiama fortemente la maggiore fonte d’ispirazione della band, i Kraftwerk. A quasi 40 anni di distanza, in un’epoca dove certe sonorità non vanno più per la maggiore ma sono relegate a una nicchia di fedelissimi, viene riproposto in una versione Deluxe che, rispetto all’originale, contiene 2 extended e dance version in più di brani già presenti nell’album  e la versione francese del singolo City Of Light.

Close To Nature è puro sound Kraftwerk e riporta davvero indietro nel tempo, così come Beware The Fly e Saturday In Silesia che presentano ben più di un riferimento a OMD e Human League, gruppi che furono autentici pionieri del primo synth pop.

Con Le Meilleur Des Mondes, il livello sale parecchio e nonostante il tanto tempo passato, potrebbe benissimo essere una traccia strumentale attuale o una validissima base per artisti garage d’oltremanica. Autentica punta di diamante di un album molto interessante.

Si prosegue fra sonorità tipiche dell’epoca e melodie minimali che credo appassioneranno solamente i nostalgici dell’epoca o i veri cultori di questo sound.

Fra le tracce più interessanti anche Dancing On The Berlin Wall, minimale e contorta quanto basta per essere proposta anche oggigiorno in set dark/wave e Power Zone, altro brano strumentale molto ipnotico e suggestivo.

Si chiude con Coboloid Race, primo singolo della band, b-side di I Want To See The Light, qua proposta in versione extended e la già citata Cité Phosphore.

Questa nuova edizione di Cold War Night Life, è una perla per appassionati del genere che potrebbe però anche avvicinare nuovi fans al sound della band del quasi settantenne Tracy Howe.

Sito web

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
, ,