Piet Mondrian: Ci Diamo allo Sperimentale?

Un tentativo di giocare al musicista. Ma con lo spiraglio di un impegno convincente possono essere presi sul serio. E allora sì che potremmo dire “Guai a noi”…

Piet Mondrian

Ci Diamo allo Sperimentale?

(Ep, Autoproduzione, 2008)

musica da cameretta

_______________

Senza prendersi troppo sul serio, infervorati dalla filosofia Do It Yourself, i Piet Mondrian sono Caterina Polidori alla batteria e Michele Baldini alla chitarra. Italici White Stripes? No, semplicemente due fidanzatini che hanno deciso di autoprodurre la propria musica per il gusto di divertirsi, sbeffeggiare il settore musicale e sfuggire alle logiche di accontentare un pubblico che non è proprio.

Ci Diamo allo Sperimentale? nasce proprio come un concept di chi cerca di fare musica senza sposare le mode del momento, a volte nemmeno incoraggiati dal pubblico accorso ad ascoltarli. Questo Ep si compone quindi di otto brani autoironici fatti in casa di cui in redazione ne è giunto solo uno e altri due abbiamo dovuto ascoltarli su (sia lode a) MySpace.

Il risultato non è proprio confortante, sicuramente con le qualità riscontrate in questo demo, con un sacco di impegno maggiore, i due giovani potrebbero ambire a risultati più che modesti, dato che si è intravista una cura nel dettaglio che non è da tutti, e non è poco. Certamente quello che abbiamo ascoltato trasmette “simpatia” ma non è sufficiente per ottenere un voto positivo, e non vogliamo far venire il broncio a nessuno.

Per ora fossi un produttore restituirei il CD indietro invitandoli a ripresentarsi con qualcosa di più maturo perché probabilmente qualcosa da dire ce l’hanno, bisogna solo trovare il modo più appropriato e la musicalità adeguata. Non commerciale, ma maggiormente elaborato e progettato con l’obiettivo di offrirsi ad un pubblico diverso del salottino di casa.

Gli ultimi articoli di Luca Paisiello

Condivi sui social network:
Default image
Luca Paisiello
Articles: 434
Available for Amazon Prime