Nick Cave and Warren Ellis: White Lunar

Una doppia raccolta di brani più o meno inediti composti per colonne sonore varie; Nick Cave stavolta lesina la sua voce per abbandonarsi a sperimentazioni di vario genere

Nick Cave and Warren Ellis

White Lunar

(2Cd, Mute Records)

art rock, soundtrack

________________

Nick Cave and Warren Ellis- White LunarGli australiani Warren Ellis e Nick Cave collaborano da tempo sia nei progetti di Cave con i Bad Seeds che nei Grinderman oltre che per diverse soundtrack. Scordatevi però le atmosfere degli album di “marchio” Nick Cave. The Boys Next Door, Birthday Party, The Bad Seeds, Grinderman sono tutta un’altra cosa, pur proponendo spesso tematiche dark e angoscianti.

Questo White Lunar è una raccolta di brani strumentali da 5 colonne sonore (molti dei quali già editi) dove la voce di Nick Cave appare solo nelle ballad The Rider Song e Gun Thing: la prima di discreto livello, la seconda abbastanza scontata.

Piano, organo, violino, flauto sono gli strumenti predominanti nella maggior parte dei brani di questo White Lunar. Titolo azzeccatissimo per una raccolta che evoca paesaggi lunari ma che tende col passare dei minuti ad assopire.

A livello musicale entrambi i Cd appaiono di livello eccelso, ma nel complesso il progetto appare troppo stanco e di difficile comprensione per i non adepti alle sperimentazioni qui affrontate.

Presi col contagocce questi brani sono piacevoli all’ascolto, soprattutto Song for Jesse e The Journey nel primo Cd, oltre ai due brani cantati già citati. Nel secondo album invece si precipita in un vortice di angoscia e di introversione con momenti musicali molto cupi anche se , fortunatamente, di breve durata.

Da consigliare solamente a coloro che non vogliono perdere nemmeno un’uscita del loro idolo Nick Cave. Più da collezionare che da ascoltare !

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
Default image
Fabio Busi
Articles: 365
Available for Amazon Prime