Hc-B: Soundtrack For A Missing Movie

La conferma che anche in Italia si può fare musica di altissima qualità. Gli Hc-B ci portano in un'altra dimensione con un cocktail onirico di atmosfere post-rock.

Hc-B

Soundtrack For A Missing Movie

(Cd, Hidden Shoal Recordings)

post-rock, progressive, psichedelia

_______________

soundcheckforamissingmovieFossimo fuori dai confini italiani, gli Hc-B otterrebbero grandissima attenzione, almeno quanto quella che ottiene Omar Rodriguez Lopez dei Mars Volta coi suoi progetti visionari. Invece siamo in Italia, più precisamente a Catania, dove un gruppo come questo deve partire per l’Australia per firmare un contratto con un’etichetta molto ambiziosa come la Hidden Shoal Recordings.

Gli Hc-B sono fortemente ispirati dal fotografo francese, considerato da molti il padre del fotogiornalismo, Henri-Cartier Bresson (da qui il nome Hc-B) e compongono colonne sonore sulle immagini di cortometraggi. La band nasce nel 1999 e già nell’estate del 2000 propone il primo cd autoprodotto: My Green Apple. L’anno successivo esce T010222 ispirato al cortometraggio Electronic Labirynth di George Lucas, ma è nel 2002 che vede la luce il primo album ufficiale su Goodfellas, Sliding on Barents Sea.

Dopo la partecipazione ad alcune compilation e un paio di tour in Italia, i siciliani hanno l’onore di aprire il concerto di gruppi come Battles, Apparat, Art Brut e dEUS.

Nel giugno 2009 esce infine questo Soundtrack for a missing movie. L’iniziale A Dusty Book, A City Of Lights, parte in sordina con xilofono, archi e chitarra acustica che nel corso dei quasi 10 minuti di durata del brano lasciano il posto ad atmosfere più elettriche. Il risultato è eccellente e fa pensare ad un incrocio fra i Cinematic Orchestra e i Doors più psichedelici.

Il viaggio prosegue con la breve Dead Horse Walking caratterizzata da una toccante melodia di archi e con la sognante Black. Giunti a metà di questa colonna sonora onirica, aumenta il ritmo con Hot Afternoon In The Bulls’ Square dove troviamo fiati ed archi che impazzano come i tori nella piazza. La suite quasi progressiva Playing With Planes lascia spazio alla traccia più riuscita dell’album, Crystal Lane, l’unica dove appare un’ammaliante parte cantata.

L’album si chiude con Slow Compensation ed una Missing Movie che completa quasi rabbiosa il cd ma che dopo un paio di minuti silenziosi lascia spazio ad una brevissima traccia fantasma che fa tornare voglia di ripartire con questi Hc-B, un gruppo davvero interessante.

www.myspace.com/hcbgroup

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
Immagine predefinita
Fabio Busi
Articoli: 375