Estetica Noir: recensione dell’album The Dream is Monochrome 

Gli Estetica Noir, si collocano tra i migliori esponenti nel panorama della musica new wave di questo momento. 

Estetica Noir

The Dream is Monochrome

(Red Cat Music)

new wave, dark wave

_______________

A mio avviso, gli Estetica Noir, si collocano tra i migliori esponenti nel panorama della musica new wave di questo momento.

I riferimenti di questo gruppo sono ben chiari, si possono nominare i poderosi e sempre tanto amati Killing Joke (quelli più wave) i Cure così come i Clan of Xymox .

Cose non facili da riproporre, soprattutto perché si sa, ci si scontra con dei mostri sacri, e riuscire a tirar fuori una personalità può risultare davvero complicato.

Ma gli Estetica Noir, forti di essere degli ottimi musicisti e di aver metabolizzato bene certi ascolti, se le giocano davvero bene le loro carte, nel loro nuovo album The Dream is Monochrome esplorano la wave (quella più oscura intendiamoci) con grande piglio e soluzioni davvero interessanti.

 

Room of masks, e Down of Pluto sono i due brani più evocativi, tenendo comunque presente che l’intero album, complice anche l’ottima produzione, ha un ascolto fluido e piacevole e non mostra momenti di cedimento.

L’album risulta ben concepito e ti fa venire una gran voglia di ascoltarlo live.

Gli ultimi articoli di Simona Pietrucci

Condivi sui social network:
Default image
Simona Pietrucci
Articles: 4