Immagine predefinita

Luca Di Simone

Cannibal Corpse: Evisceration Plague

Tornano alla carica dopo 3 anni di stop i cannibali più famosi della scena metal mondiale, [i]Evisceration Plague[/i] segue le orme del suo predecessore con brani più articolati e forse meno pesanti rispetto agli esordi ma capaci di risultare ancora interessanti

Inferno: Pompa Magna

Per tutti quelli che amano la musica non convenzionale, estrema ma non per questo spietata, ricca di influenze estreme e non, di divagazioni più o meno elettroniche e soprattutto di sana schizofrenia musicale, beh mettendo un attimino da parte Devind Townsend ed i suoi Strapping Young Lad concentratevi sugli Inferno non ve ne pentirete!

Kampfar: Heimgang

Tornano sulle scene i vichinghi norvegesi dopo due anni di silenzio, e tornano alla loro maniera con il black-folk di questo Heimgang, nulla di nuovo al sole certo, ma qualcuno chiedeva forse il contrario?

Coffins: Buried Death

Buried Death è il nuovo capitolo della saga dei giapponesi, all'insegna del solito death-doom claustrofobico e senza fronzoli, difficile da digerire per i meno adepti ma decisamente affascinante nella sua essenza

AC/DC: Black Ice

Otto lunghissimi anni d'attesa ed ecco tornare trionfalmente sulle scene i re incontrastati dell'hard rock. [i]Black Ice[/i] è l'ennesimo sigillo della band dei fratelli Young ad una carriera inarrivabile

Metallica: Death Magnetic

Dopo cinque anni di spasmodica attesa, i re incontrastati del thrash metal tornano a ruggire. [i]Death Magnetic[/i] rappresenta un parziale ritorno alle sonorità più classiche, ma basterà questo per riconquistare i propri fans?