Un anno in musica: cosa abbiamo lasciato e cosa troveremo nel misterioso ed affascinante 2012

Uscite discografiche, reunion improbabili, live da non perdere il caro vecchio Cd che rischia di abbandonarci. Ecco come sará il 2012 in musica

2012-addio-cdInnanzitutto auguri di buon anno a tutti i lettori che ci accompagnano quotidianamente in questo meraviglioso mondo composto da note di tastiera e chitarra, dalle corde del basso e dalle bacchette della batteria, in questo meraviglioso mondo che si lascia alle spalle un anno ricco, con la riscoperta di vecchi e dimenticati generi musicali come il Blues, tornato alla ribalta grazie alla splendida voce di Michael Bubblè che si riconferma come uno dei cantanti più importanti del panorama artistico mondiale ma soprattutto grazie ad Adele che secondo Billboard, una delle riviste musicali più importanti al mondo, è artista dell’anno.

COSA LASCIAMO ALLE SPALLE

Il 2011 che ci lasciamo alle spalle ha visto il ritorno in grande stile dei Foo Fighters e di CapaRezza che regalano ai sostenitori due dei loro migliori album, i primi con Wasting Light, il secondo con Sono il tuo sogno eretico. Il 2011 ha anche segnato il ritorno, dopo 4 anni di silenzio, dei Radiohead e lo scioglimento di una band leggendaria: i R.E.M. che hanno regalato ore ed ore di sconfinata bellezza.

L’anno che ci aspetta sarà denso di impegni, sarà un anno di grande rivoluzione sul piano musicale e ricco per quanto riguarda eventi Live ma soprattutto album.

LIVE

I concerti più attesi nel nostro Bel Paese sono quelli di Bruce Springsteen che metterà piede in 3 stadi storici del centro-nord: il 7 giugno al Giuseppe Meazza di Milano, il 10 all’Artemio Franchi di Firenze e l’11 al Nereo Rocco di Trieste. Arriveranno in Italia anche i Judas Priest, una delle band metal più importanti della storia così come i Black Sabbath e i Coldplay che grazie al loro alterative-rock dolce e riflessivo, anche se un po’ commerciale, stanno facendo riavvicinare i giovani al genere che più di tutti ha cambiato le sorti dell’uomo nel ‘900.

ALBUM

Sarà anche un anno ricco di album storici, sarà un anno vintage perché nonostante la strada aperta da Lou Reed ed i Metallica con il loro Lulù che si stampa come una macchia indelebile nei loro curriculum manco fosse un omicidio, le grandi rock band non si scoraggiano e quindi nell’anno che verrà troveremo nei nostri negozi di musica gli Aerosmith da maggio, i Kiss a giugno, i Lacuna Coil della splendida Cristina Scabbia con il loro Dark Adrenaline, i Linkin Park, gli U2 ma anche la reunion della più grande band metal di tutti i tempi, il ritorno di Ozzy Osbourne nei Black Sabbath ma anche l’uscita dei singoli dei Beatles sopravvissuti: Ringo Starr con Ringo2012 a gennaio e Paul McCartney con My Valentine a febbraio. Ovviamente elencare tutte le uscite del nuovo anno è impossibile ma urge nominare almeno i Beach Boys, i Killers e gli Smashing Pumpkins.

ADDIO AD UN GRANDE AMICO

Come detto in precedenza questo non sarà solo un anno ricco di musica in studio e live, sarà anche un anno di rivoluzioni perché come profeticamente annunciato dai Maya la fine di un mondo ci sarà: nel 2012 andranno in pensione i Compact Disc.

Le grandi etichette discografiche non hanno ancora confermato le indiscrezioni che si fanno sempre più insistenti ma con ogni probabilità penseranno solo alla distribuzione digitale, più economica e veloce, mandando in bancarotta migliaia di negozietti di Cd che basavano le loro finanze sugli album ma questo è il crudele mondo capitalista e solo le grandi firme potranno ritrovare la loro faccia stampata sulla copertina di un album che saranno solo oggetti da collezione. Non vedremo più Withe Album o teschi in croce come l’Appetite for destruction del 1987 dei Guns ‘n’ Roses.

HALL OF FAME

A proposito di Guns, il 2012 segnerà il loro ingresso nella Rock and Roll Hall of Fame. La discussa organizzazione con sede a Cleveland nata nel 1983 introdurrà anche quest’anno artisti, di indubbia qualità, ma che non hanno dedicato la vita al Rock ‘n’ Roll come Laura Nyro e Freddie King, noti nel mondo Blues. Insieme alla band di Slash e del “Sommo poeta”, come viene apostrofato in How I met your mother, Axl Rose, ci saranno i Beastie Boys, i Red Hot Chili Peppers, gli Small Faces e Donovan tra i più famosi. Anche un po’ d’Italia quest’anno perché sarà inserito Cosimo Matassa, uno dei più importanti tecnici del suono della storia, nato a New Orleans ma di chiare origini italiane.

Questo 2011 che ci ha lasciato solo da poche ore è stato un anno pregno di emozioni, con sconvolgimenti globali non solo in ambito musicale, il 2012 che è arrivato si porta addosso un carico di mistero e fascino alimentato dalle tv mondiali e da leggende metropolitane, da riti antichi e nuove scoperte, da orizzonti che possono essere intravisti e da limiti tranquillamente superabili. Questo 2012 può essere l’anno del Rock perché racchiude l’essenza dello Stile e dell’Arte che ha appassionato ed appassionerà, nonostante i molti sciacallaggi, milioni di fan in ogni parte del mondo.

Gli ultimi articoli di Leonardo Ciccarelli

Condivi sui social network:
Default image
Leonardo Ciccarelli
Articles: 28