AJO: Borerline, quanto il metal incontra la tradizione sarda. Ecco la video-anteprima

Da cuore della Sardegna arrivano gli AJO. In mezzo a un profluvio di chitarre, nel nuovo singolo... se aguzzate le orecchie... potrete sentire le le campane dei Mamuthones.

Non senza una certa dose di ironia, un gruppo di ragazzi del medio campidano (Sardegna) nel 2013 si mettono a suonare e prendono il nome di AJO. L’idea è di quella di fondere le radici della cultura Sarda con l’energia della musica metal americana del periodo cha va tra la fine degli anni ’90 ed i primi del 2000.

Ci sono voluti 10 anni per raggiungere l’assetto attuale, fra aggiunte e cambi di line-up, ma ora gli AJO hanno deciso di fare sul serio.

Lo sorso febbraio era uscito il violentissimo brano Mockstar, mentre ora tocca alla nuovissima Borderline, accompagnata dal videoclip che potete vedere in anteprima su questa pagina.

Gli AJO riprendono il filone delle band mascherate ma… le loro sono tipicamente sarde!

In mezzo a un profluvio di chitarre, se aguzzate le orecchie potrete sentire le le campane dei Mamuthones (una maschera tradizionale sarda che porta sulla schiena delle pesanti e rumorose campane).

È ora di alzare il volume e fare la conoscenza degli AJO e della loro Borderline.

 

Instagram

Gli ultimi articoli di Massimo Garofalo

Condivi sui social network:
Massimo Garofalo
Massimo Garofalo

Critico cinematografico, sul finire degli anni '90 sono passato a scrivere di musica su mensili di hi-fi, prima di fondare una webzine (defunta) dedicata al post-rock e all'isolazionismo. Ex caporedattore musica e spettacoli di Caltanet.it (parte web di Messaggero, Mattino e Leggo), ex collaboratore di Leggo, il 4 ottobre 2002 ho presentato al cyberspazio RockShock.
Parola d'ordine: curiosità.
Musica preferita: dal vivo, ben suonata e ad altissimo volume (anche un buon lightshow non guasta)

Articoli: 775