Younusual: recensione disco omonimo

Younusual: atmosfere elettro alternative per il progetto omonimo. Se i loop, i cambi e le distorsioni bastassero a fare arte, avremmo trovato la pietra filosofale

Younusual

Younusual

(CD, Autoproduzione )

pop, alternative elettro

________________

YounusualYounusual è un progetto creato da tre ragazzi italiani nel 2010. Due voci s’intrecciano alle trame musicali, ricordando nei momenti più elettro-rock gli statunitensi Linkin Park. Ma la somiglianza è veramente labile.

Le tracce sono create mixando orchestrazioni campionate, loop strumentali e voci. Questa musica crea atmosfere per “I prossimi 20.000 anni, donne in modelli ultra-spaziali. Echi di un circo, annunciato ma mai arrivato in città. Io e te … yoünusual “.

E ancora, pescando dal sito ufficiale del gruppo: “Le atmosfere plumbee evocate sono permeate da melodie facilmente memorabili, che non mancano mai di sorprendere l’ascoltatore.”

Penso che queste descrizioni valgano più di mille parole che io potrei spendere per far capire le intenzioni e gli ego in ballo. L’album è composto di 10 tracce, più 7 versioni soundtrack (senza il cantato principale) di altrettanti brani.

Se “il meraviglioso è la sostanza della quale si ciba la vita” e i rutti (minuto 2:41 di Mimi Lala) sono notoriamente fonti d’ilarità, come i peti, non è possibile accettare il risultato finale senza turbamenti. Che si provi a leggere il prodotto Younusual come genuinamente ispirato o come puro divertissement, leggero ed etereo, la presunzione, unita all’arte troppo semplice dei loop e delle distorsioni correttive, irrita profondamente.

Gli ultimi articoli di Dafne Perticarini

Condivi sui social network:
Default image
Dafne Perticarini
Articles: 93