WhoMadeWho: The Plot

Condivi sui social network:

WhoMadeWho

The Plot

(Cd, GOMMA)

indie rock, Dance


_______________

whomadewho_the_plotAvete ancora qualche cimelio anni ’90? Bene, fate mente locale e cercate di ricordavi dove, perché dopo aver ascoltato l’ultimo lavoro dei danesi WhoMadeWho sarete colti da una nostalgia terrificante.

Il trio ci riprova con The Plot, concetto forte ed esplosivo, ma allo stesso tempo assai derivativo e poco convincente.

Tredici pezzi che potrebbero servire per rallegrare una serata tra amici dove si fa gara a chi riconosce più influenze. Si parte infatti con The Plot, tributo fin troppo esplicito all’albero genealogico dei Queens of the Stone Age, batteria in 4/4 (che continua per tutta la durata dell’album), uso improprio di autotuner e basso dance. Il disco si mantiene stabile su questa linea per poi “profumare” di Blur e Daft Punk verso gli ultimi pezzi.

Una soluzione di arrangiamento che non cambia fino alla nona traccia (I Lost My Voice) dove i presuntuosi WhoMadeWho capiscono che forse per realizzare musica di qualità – e soprattutto per permettersi parentesi strumentali così lunghe – sono indispensabili competenza e fantasia.

Infatti l’ultima parte di disco è più semplice e piacevole, non diventano geniali ma almeno rimangono nei ranghi della loro missione sulla terra: far ballare gente dai gusti musicali decenti il sabato sera.

Gli WhoMadeWho amano gli anni ‘90 e cercano di onorarli e rispettarli al meglio ed il loro è un lavoro tutt’altro che semplice.

Il gioco della nostalgia che può valere per gli anni ’80, in questo caso è impossibile, gli anni ‘90 sono troppo vicini per essere rimpianti e troppo lontani per essere considerati attuali.

Il risultato, purtroppo, è un prodotto noioso e fine a se stesso.

Importante affrontare l’argomento live: possibile per sole tre persone riprodurre una enormità di suoni come quelli proposti nel disco? Sono un trio di polipi o forse per rimanere in tema anni ’90, i loro concerti sono Karaoke presentati da Fiorello?

Gli ultimi articoli di Martina Lembo

Condivi sui social network:
,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.