The Jojo Effect: Marble Tunes

Datemi una spiaggia, datemi un cocktail, magari una sigaretta, il tutto al tramonto con tanta altra gente. Poi mettetemi un po' di musica. Marble Tunes dei Jojo Effect? Perfetto

The Jojo Effect

Marble Tunes

(Cd, Chinchin Records)

nu jazz, chill out

________________

The Jojo Effect- Marble TunesQuesta è musica easy ragazzi (e ragazze). Questa è roba da star sdraiati in spiaggia col sole che già comincia a calare. Una mano impegnata col cocktail di turno, l’altra personalmente alle prese con una sigaretta, ma potete scegliere di scomodarla anche in altro modo.

The Jojo Effect è un complesso tedesco che nasce dal sodalizio tra la cantante Anne Schell e i produttori polistrumentisti Kitty The Bill e Jürgen Kausemann, complesso che già passa nelle radio di tutto il mondo dal 2006 (Not With Me, il loro primo album). Dopo Ordinary Madness è il turno quindi di Marble Tunes, terzo disco del progetto nu jazz/chill out/allegria portaci via.

Se volessimo paragonarli ad un’altra band, ebbene potrebbero ricordare gli italiani (e romanissimi) Gabin, ma per quanto riguarda il sottoscritto la band di Massimo  Bottini e Filippo Clary supera di gran lunga i tedeschi Jojo Effect. Forse per la loro particolare capacità di unire così bene un qualcosa di veramente vecchio come il jazz ad un qualcosa di veramente moderno come l’elettronica, o per le innumerevoli collaborazioni che hanno avuto con importanti nomi internazionali, o forse per un semplice ed alquanto insolito amor di patria.

Ma torniamo a Marble Tunes: questo disco si distende per tutta la sua ora abbondante tra atmosfere guascone, che ammiccano al sesso in maniera talmente lampante che un soft porn con Merveilleux in sottofondo non meraviglierebbe nessuno. E quando le dilatazioni più lounge danno spazio al nu jazz propriamente detto, quello un po’ scervellotico e sicuramente non così sexy way, allora diventa il momento di alzarsi in piedi to shake the booty, con il famoso cocktail in una mano, l’altra mano che a scelta acchiappa ciò che vuole, in un’atmosfera di festa fine a se stessa: un inno celebrativo all’estate e all’assenza di responsabilità, di problemi.

Ma sì, se avete tanti impegni per la testa, se siete oberati da faccende di vario tipo e ne avete fin sopra il collo, prendetevi un’oretta tutta per voi. Accendete lo stereo, fate partire Marble Tunes, mettetevi comodi. And escape…


Gli ultimi articoli di Stefano Ribeca

Condivi sui social network:
Default image
Stefano Ribeca
Giovane bello ed intelligente.
Articles: 20
Available for Amazon Prime