The Twerks: Kinky Boredom

Per gli amanti del power pop, un ottimo album contaminato dall'indie rock e dal punk più scanzonato. È Kinky Boredom dei milanesi The Twerks

The Twerks

Kinky Boredom

(Rocketman Records)

punk, power pop, indie rock

_________________

The Twerks- Kinky BoredomLa band The Twerks si forma nel 2013 a Sesto san Giovanni con un’unione di membri da diversi gruppi (fra cui i Radio Days che ebbero un discreto successo nel 2010 col singolo Elizabeth) dell’hinterland milanese.

Dopo l’ep Rat Race datato 2014, ecco arrivare nell’autunno 2016 un intero album intitolato Kinky Boredom: 10 tracce punk/power pop che farebbero scatenare anche il più restio alle danze.

Regular Striped Song apre questo lavoro con un sound che ricorda un po’ i Green Day di fine anni ’90 e che lascia velocemente spazio  a Dry Lips.

Berlin ha tutte le carte in regola per attrarre anche gli amanti di un indie rock molto in linea con le produzioni british anni 90.

Con Music si “scomoda” addirittura la produzione dei primi Maximo Park a cui il brano si avvicina alquanto. Una delle perle di questo Kinky Boredom.

L’energia continua con Blurred Blue e Patrols Of The Night, così come continua anche la convinzione che forse il territorio italiano per una band così è un po’ limitativo.

Hiding In The Coat è un altra delle punte di diamante di questo lavoro che non vede cali di tensione ma mantiene alto il livello anche quando rallenta con brani come Age Of Majority.

Chiude Making Money, ennesimo brano che resta in testa e che fa battere il piede a terra.

Un album d’esordio di respiro internazionale che spero abbia il meritato successo anche in Italia, paese solitamente restio a certe sonorità. Bravi The Twerks.

 

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
Default image
Fabio Busi
Articles: 372