The Raveonettes: Pe’Ahi

The Raveonettes tornano a sorpresa con Pe'Ahi, un lavoro nuovo di zecca di indie pop a tinte shoegaze. Un album molto piacevole da ascoltare ripetutamente

The Raveonettes

Pe’Ahi

(Beat Dies Records)

shoegaze, indie pop

_______________

THE RAVEONETTES PE'AHINon fatevi ingannare dal titolo esotico Pe’ahi che richiama uno spot surfistico della costa settentrionale di Maui nelle Hawaii, il nuovo album dei danesi The Raveonettes richiama perfettamente le atmosfere algide del loro paese d’origine.

L’apertura dell’album è affidata al primo estratto Endless Sleeper, un brano indie pop molto interessante e prosegue sempre a buon livello con Sisters che alterna momenti dream alla Cocorosie a sprazzi shoegaze.

Il più ritmato Killers In The Street, che ricorda il sound dei primi MGMT, è a mio parere candidato ad essere uno dei prossimi singoli di questo Pe’Ahi.

Il lavoro procede fluido con Wake Me Up ed i suoi accenni psichedelici, prima di rallentare l’ascolto con Z-Boys, brano molto complesso ed il ripetitivo e meno attraente A Hell Below.

Con The Rains Of May si giunge ad un’autentica perla; Kill! stupisce con influssi elettronici alla Bjork ed una ritmica sostenuta molto intrigante. Punta di diamante dell’intero album.

Summer Ends conclude l’ascolto con sonorità indie pop più commerciali che potrebbero strizzare l’occhio anche alle charts.

The Raveonettes confermano anche questa volta, in un album nemmeno annunciato, di sapere sempre trovare nuovi influssi e rinnovarsi, mantenendo però quella personalità che li ha fatti apprezzare in tutto il mondo. Un album da ascoltare e riascoltare.

 

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
Default image
Fabio Busi
Articles: 372