The Healthy Boy and the Badass Motherfuckers: Dolce Furia

La band francese The Healthy Boy and the Badass Motherfuckers con l'EP Dolce Furia tenta un ritorno alla new wave anni Ottanta

The Healthy Boy and the Badass Motherfuckers

Dolce Furia

(Kythibong Records)

new wave


_______________

The Healthy Boy and the Badass Motherfuckers- Dolce FuriaIl tentativo che i francesi The Healthy Boy and the Badass Motherfuckers fanno con Dolce Furia è tuttavia molto semplice: un ritorno a quella new wave cupa degli anni ottanta. Quelle atmosfere dark sintetiche alla Joy Division, quelle sonorità introspettive, quei testi crudi dritti al cuore. Ma, seppur nobile come tuffo nel passato, non ci siamo affatto.

Al centro di tutto c’è il musicista Benjamin Nerot, coinvolto in troppi eclettici esperimenti sempre molto al limite. Della sopportazione. Stavolta ci propone un progetto a tinte fosche: Dolce Furia è un disco di elettronica dal sapore retrò avvolto nelle tonalità fredde ed oscure care a personaggi come Ian Curtis. Solo che probabilmente Ian Curtis non approverebbe.

EP debole e poco approfondito, si trascina lentamente per quattro tracce senza variazioni degne di nota. Piatto, banale e statico, alla lunga sembra di ascoltare sempre lo stesso brano in loop. Nessun segnale di vita, la linea dell’elettrocardiogramma distesa all’orizzonte senza rilievi. Ripetitivo e noioso, manca decisamente di spessore e personalità.

Per non parlare del tormento della voce di monsieur Nerot: se per quanto riguarda la composizione fondamentalmente il problema è la fantasia e la mancanza di decisione e di entusiasmo, le parti vocali torturano il nervo acustico. Un timbro basso e viscerale, esagerato nel suo grigiore all’inverosimile ed eccessivamente turbato che dopo un po’ stanca.

Più che una Dolce Furia è un amaro malessere diffuso in tutto il corpo, senza emozioni forti. A metà tra ambient ed un trapanante post-rock, il nuovo EP degli Healthy Boy and the Badass Motherfuckers non convince e pecca d’ispirazione. Totale assenza di idee nuove.

Nessuna Dolce Furia. Si direbbe più un intenso fastidio.

Gli ultimi articoli di Francesca Marini

Condivi sui social network:
Default image
Francesca Marini
Articles: 14
Available for Amazon Prime