Standing Ovation: The Antikythera Mechanism

Dopo tante delusioni, siamo arrivati in Finlandia per trovare un album metal che vi potesse davvero piacere: The Antikythera Mechanism degli Standing Ovation. Con amore, da RockShock

Standing Ovation

The Antikythera Mechanism

(CD, Inverse records)

progressive metal


_______________

Amate il prog ma non le canzoni necessariamente trasbordanti di assoli?

Le tastiere non vi stanno antipatiche, ma a volte è chi le usa che vi fa accapponare la pelle?

Adorate il cantato pesante, ma non vedete la necessità di dodici tracce vomitate nelle vostre orecchie senza soluzione di continuità?
Ecco, allora è il momento di ascoltare gli Standing Ovation – il nome mi è parso abbastanza azzeccato – venuti dalla Finlandia con il loro metal sfaccettato.

Che poi non è metal: ci sono chitarre pesanti, voce che a tratti si fa molto aggressiva, con uso oculato del growling, ma non si rimane nei termini del genere.

E viva Dio!

Potrei spiegarvi da dove hanno preso il nome dell’album – il meccanismo di Antikythera fu ripescato nel mare della Grecia e bla, bla, bla- o descrivervi l’atmosfera di ognuna delle 11 tracce. Ma non avrebbe senso. C’è finalmente un buon disco metal: accatteville!

Non aspettatevi un gruppo di mostruosa bravura, ma un progetto dove ogni scelta ha un senso.

The Antikythera Mechanism: album di debutto, video fatto sul singolo I Have Superhuman Powers, sei componenti, ottima partenza.

Non dovete sapere altro, fidatevi.

Gli ultimi articoli di Dafne Perticarini

Condivi sui social network:
Default image
Dafne Perticarini
Articles: 93
Available for Amazon Prime