Spiritualized: Sweet Heart Sweet Light

Condivi sui social network:

Spiritualized

Sweet Heart Sweet Light

(CD, Double Six)

space rock, neo-psychedelia

________________

Spiritualized- Sweet Heart Sweet LightPassare da un’esecuzione per orchestra alla Royal Albert Hall di un intero album a un concerto sul famoso vulcano Eyjafjallajökull: roba da J. Spaceman, meglio conosciuto come Jason Pierce, che con gli Spiritualized pubblica Sweet Heart Sweet Light, settimo album a quattro anni di distanza dal precedente Songs In A&E. “Quando fai un disco, dev’essere l’unica cosa importante per te: questa volta, ho voluto scrivere qualcosa che contenesse tutto quello che amo del rock’n’roll music. Sono ossessionato dalla musica e dal modo in cui si possano combinare generi diversi: in quel mondo non ci sono regole”. Le fonti d’ispirazione per la realizzazione di questo lavoro, infatti, sono personaggi provenienti da ambiti alquanto differenti: Brian Wilson dei Beach Boys, l’evergreen Chuck Berry e il jazzista tedesco Peter Brötzmann.

Il disco si apre con il delicato violino di Huh? (Intro), poi è il turno di Hey Jane, così piacevolmente british; Little Girl e Get What You Deserve si trascinano noiosamente, ma la delicata Too Late è davvero emozionante. Headin’ For The Top Now è troppo noise, allora Freedom ci riscalda con il suo premuroso abbraccio. I Am What I Am non è niente di che, quindi ci prova Mary a rilassare le nostre frequenze; il punto più alto di questo lavoro lo raggiungono Life Is A Problem, una lettera aperta spedita direttamente al Paradiso, e l’avvolgente So Long You Pretty Things, entrambe in chiusura: troppo tardi, forse?

Jason Pierce ha affermato di non riconoscere se stesso in ciò che compone, perché così come la vita, anche le canzoni sono un flusso in continuo divenire: la parte meglio riuscita di questo ultimo lavoro, comunque, è rintracciabile soltanto nelle ballad più lente. Se il disco precedente raccontava il risveglio dopo la malattia, Sweet Heart Sweet Light rappresenta una rinascita senza dubbio rivedibile.

Gli ultimi articoli di Marco Buccino

Condivi sui social network:
, , ,

2 thoughts on “Spiritualized: Sweet Heart Sweet Light

  1. Pingback: Spiritualized: Sweet Heart Sweet Light « Marco Buccino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.