Set It Off: Duality

Un semplice pop-rock misto a sonorità symphonic metal con uno spruzzo di punk: gli americani Set It Off tornano con Duality, un nuovo disco a metà tra Panic At The Disco, Fall Out Boy e A Day To Remember

Set It Off

Duality

(Equal Vision Records)

pop-punk

_______________

set it offUn semplice pop-rock misto a sonorità symphonic metal con uno spruzzo di punk: è questo l’intento ben riuscito dei Set It Off. Dopo tre EP e Cinematics, l’album di debutto del 2012, la band americana torna con Duality. Un disco a metà tra Panic At The Disco, Fall Out Boy e A Day To Remember.

Il pop-punk di questi cinque giovanotti convince pienamente. Si impongono con decisione in una scena ormai molto ripetitiva e senza nessuna vera novità determinante. I Set It Off riescono a colpire nel segno. Spunti interessanti, idee valide, atmosfere teatrali. Il tutto coronato dall’eccezionale voce chiara e rabbiosa di Cody Carson che sveglia l’anima più dormiente e che guida alla perfezione gli altri elementi.

Dalla sinfonia plateale ed iraconda di The Haunting, azzeccata ed efficace traccia d’apertura, alla più commerciale ma al tempo stesso sempre esplosiva Ancient History, dalla martellante ed agguerrita title track fino a Miss Mysterious, suggestiva rock ballad che chiude il disco: Duality è un lavoro d’impatto, vario e ruggente.

Ingenuo ma al tempo stesso deciso, il rock dei Set It Off prende pieghe più artistiche, quasi sul prog. Suoni duri ma puliti contornati da guizzi orchestrali e scenografie goth: il gruppo di Tampa sovrasta con forza colleghi del settore come gli All Time Low.

Un po’ di freschezza e cattiveria nel panorama pop internazionale di questi ultimi tempi. Forse ancora leggermente immaturi ma sulla buona strada, i Set It Off sanno il fatto loro.

Un buon lavoro, acceso al punto giusto. L’espressione di ogni sentimento umano racchiusa in un solo disco.

 

Gli ultimi articoli di Francesca Marini

Condivi sui social network:
Default image
Francesca Marini
Articles: 14
Available for Amazon Prime