ANTEPRIMA! Mogwai: Hardcore Will Never Die, But You Will

"...disse che l'aveva trovato, doveva uccidere il lupo. Quel lupo non morì mai. Doveva avvolgersi nella sua pelle...". Il post rock dei Mogwai non è mai stato così!

Mogwai

Hardcore Will Never Die, But You Will

(Cd, Rock Action)

post rock, elettronica

_______________

Mogwai Hardcore Will Never Die But You WillCambiare, sempre e comunque. Ma dopotutto si sapeva, c’erano state le avvisaglie e diversi rumors dalla rete: il nuovo dei Mogwai a tratti suona davvero come un disco dannatamente nero dei New Order.

Hardcore Will Never Die, But You Will raccoglie da più parti qualche sonorità velatamente pop (ma neanche tanto velatamente) e le infarcisce di onde rumorose fatte di bassi compressi e caos sintetico. Ascoltate Mexican Grand Prix oppure George Square Thatcher Death Party per capire quale strada vogliano intraprendere.

E così, la vena creativa del quintetto di Glasgow continua la sua lunga corsa. Capaci di suonare sempre post rock, reinventandosi ogni volta e senza inutili autocitazioni. Anche se, adesso, gli amanti del puro suono Mogwai forse non saranno del tutto soddisfatti. Immaginate il sound di Happy Songs for Happy People, pulito da tutti gli orpelli orchestrali e reso decisamente di più facile ascolto, ma pur sempre ricco di caotica intensità rumorosa.

Simbolo di tutto ciò è il singolo Rano Pano (scaricabile gratuitamente), che nella sua semplicità si affida sempre allo stesso riff, ripetuto alla follia. Un timbro graffiante e romantico, privo però dell’effetto sorpresa che ci si aspetterebbe di sentire.

Bellissima conclusione del lavoro è affidata a You’re Lionel Richie. in perfetto stile Mogwai che lega intense e dilatate emozioni, alla pura compressione dell’energia elettrica. Ed in più contiene una piccola, italica, sorpresa nei primi minuti della traccia. Vediamo se riuscite ad indovinare di cosa si tratta!

In definitiva Hardcore Will Never Die, But You Will è un bell’album istintivo e coraggioso, a partire dal titolo ironico che, a detta del chitarrista Stuart Braithwait, deriva semplicemente da una frase di un amico che si è visto rifiutare la vendita del vino da un negoziante, perchè troppo giovane.

Alla luce di quanto sopra, dunque, Special Moves suona come una specie di spartiacque fra quello che è stato e quel che sarà dei Mogwai: il futuro della ban scozzese comincia da quest’album.

Come di consueto, non mancano le edizioni alternative. Questa volta l’album verrà pubblicato anche in una Limited Edition contenente il brano di 26 minuti The Singing Mountain registrato per gli artisti Douglas Gordon e Olaf Nicolai, complemento all’installazione intitolata Monument for Forgotten Future presso Essen, allestita in Germania.

Compra la limited edition su Amazon

[iframe: src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?t=rock02-21&o=29&p=8&l=as1&asins=B004FN7ZQA&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr” style=”width:120px;height:240px;” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″]

Ordina qui il box-set contenente

– Double heavyweight vinyl LP in a gatefold sleeve.

– Hardcore Will Never Die, But You Will. double CD presented in deluxe packaging.

– Home Demo’s Bonus 12″ EP featuring the following tracks:

1. Mexican Grand Prix (Demo)

2. George Square Thatcher Death Party (Demo)

3. San Pedro (Demo)

4. How To Be A Werewolf (Demo)

5. You’re Lionel Ritchie (Demo).

– 4 x Mogwai art prints.

– 1 x Laser cut stencil. Only available as part of the boxed set.

Mogwai

Hardcore Will Never Die, But You Will

(Cd, Rock Action/Sub Pop)

post rock, elettronica

_______________

Cambiare, sempre e comunque. Ma dopotutto si sapeva, c’erano state le avvisaglie e diversi rumors dalla rete: il nuovo dei Mogwai a tratti suona davvero come un disco dannatamente nero dei New Order.

Hardcore Will Never Die, But You Will raccoglie da più parti qualche sonorità velatamente pop (ma neanche tanto velatamente) e le infarcisce di onde rumorose fatte di bassi compressi e caos sintetico. Ascoltate Mexican Grand Prix oppure George Square Thatcher Death Party per capire quale strada vogliano intraprendere.

E così, la vena creativa del quintetto di Glasgow continua la sua lunga corsa. Capaci di suonare sempre post rock, reinventandosi ogni volta e senza inutili autocitazioni. Anche se, adesso, gli amanti del puro suono Mogwai forse non saranno del tutto soddisfatti. Immaginate il sound di Happy Songs for Happy People, pulito da tutti gli orpelli orchestrali e reso decisamente di più facile ascolto, ma pur sempre ricco di caotica intensità rumorosa.

Simbolo di tutto ciò è il singolo Rano Pano (scaricabile gratuitamente), che nella sua semplicità si affida sempre allo stesso riff, ripetuto alla follia. Un timbro graffiante e romantico, privo però dell’effetto sorpresa che ci si aspetterebbe di sentire.

Bellissima conclusione del lavoro è affidata a You’re Lionel Richie. in perfetto stile Mogwai che lega intense e dilatate emozioni, alla pura compressione dell’energia elettrica. Ed in più contiene una piccola, italica, sorpresa nei primi minuti della traccia. Vediamo se riuscite ad indovinare di cosa si tratta!

I definitiva Hardcore Will Never Die, But You Will è un bell’album istintivo e coraggioso, a partire dal titolo ironico che, a detta del chitarrista Stuart Braithwait, deriva semplicemente da una frase di un amico che si è visto rifiutare la vendita del vino da un negoziante, perchè troppo giovane.

Come di consueto, non mancano le edizioni alternative. Questa volta l’album verrà pubblicato anche in una Limited Edition contenente il brano di 26 minuti The Singing Mountain registrato per gli artisti Douglas Gordon e Olaf Nicolai, complemento all’installazione intitolata Monument for Forgotten Future presso Essen, in Germania

Gli ultimi articoli di Vincenzo Riggio

Condivi sui social network:
Default image
Vincenzo Riggio
Articles: 51