Lush Rimbaud: L/R

Condivi sui social network:

Lush Rimbaud

L/R

(fromSCRATCH Records)

synth wave

_______________

[youtube id=”gT1y-ejflOY”]

lush rimbaudA 5 anni di distanza dall’ultimo album e a 2 dalla collaborazione con gli olandesi zZz, arriva il terzo lavoro dei Lush Rimbaud, intitolato semplicemente L/R.

In questo nuovo album la band marchigiana abbandona le sonorità più kraut e dark-oriented e da una svolta synth wave al proprio sound.

La partenza è già ad altissimo livello con uno dei brani che ho preferito, Marmite richiama perfettamente le moderne sonorità elettronico/post punk dal tocco psichedelico di band di fama internazionale: un giusto incrocio fra i Kasabian più elettronici e i Fat White Family più lisergici.

Acid Skyline non sfigurerebbe nel repertorio di band come i Battles, con una ritmica molto serrata e curatissima nei dettagli.

Meno d’impatto, ma non per questo meno apprezzabili, Never Regret e G-Spot che aprono il varco all’ambientale e bellissima Silent Room.

Si prosegue con ritmiche oscure e a tratti inquietanti con Super-Indian, brano pieno di riverberi e con un fortissimo appeal psichedelico.

Con Not The Monkey e The Valley riprendono le ritmiche più energiche ma la sensazione è che i brani più interessanti siano già passati. Almeno fino alla degna conclusione con l’estraniante Dark Side Call, una delle mie preferite di questo bellissima opera terza dei Lush Rimbaud.

 

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
, ,