Lord Woland: Below

Condivi sui social network:

Lord Woland

Below

(Mother Fuzzer Records)

stoner rock

________________

lord wolandSuoni ipnotizzanti e riff imponenti, tinte metal e psichedeliche con una punta di grunge… Questo è Below, il primo Ep dei Lord Woland, registrato al Big Pine Creek Studio di Parma da Carlo Izzo.

Quattro canzoni dalla carica esplosiva, interpretate magistralmente da questi tre ragazzacci viterbesi che – si narra – provengano dagli abissi del lago di Bolsena.

Abra Cabala, Woland’s Hall, Rottten Apple e Gloominade portano l’ascoltatore in un altro mondo, buio e sotterraneo, dove la magia si fonde con una realtà demoniaca ma al tempo stesso sublime.

L’EP racconta vicende fantastiche in un contesto pittoresco e immaginario, mentre la natura convive con l’arte.

Ascoltare questo album è come leggere un racconto sette – ottocentesco, una storia scritta nel pieno romanticismo con forti influenze dello Sturm und Drung.

E anche il nome della band, Lord Woland, proviene proprio da quella letteratura: è infatti ripreso dal Faust di Goethe ed è uno degli appellativi che viene dato al demonio.

I Lord Woland nascono sul finire del 2014, quando la formazione originale, composta da Glauco Fantini e da Nicola Girella, incontra il batterista Francesco Angiolini. Da allora la solita trafila di demo e tanti, tantissimi palchi dove hanno arrotato le loro lame a furia di concerti.

Dai profondi abissi del lago di Bolsena questi tre giovani ci danno una carica esplosiva e ci regalano delle sonorità peculiari, inventando un nuovo genere: il power tufo stoner rock.

Gli ultimi articoli di Laura Cirilli

Condivi sui social network:
, , ,