iBerlino: Urban Graffiti

Condivi sui social network:

iBerlino

Urban Graffiti

(La biondarecords)

electropop

_______________

 

iberlino-recensione-urben-graffitiEsce in questo calda estate 2019, Urban Graffiti, quarto lavoro della band bolognese iBerlino.

A un anno e mezzo di distanza dal full album Hai mai mangiato un uomo, le sonorità virano parzialmente sull’electropop, discostandosi dalla wave minimale dei lavori precedenti e avvicinandosi a certe sonorità anni ’80 prodotte da artisti come ad esempio Garbo, pur non perdendo la propria identità.

Urban, traccia più lunga di questo nuovo Ep, parte con un sound molto danzereccio che richiama il passato ma anche tanto electropop 2.0 attuale e si avvicina molto anche alle atmosfere proposte da artisti come Delmoro.

Più soft il ritmo di La Preda, uno dei due brani che adoro di quest’album, pieno di pathos e molto curato negli arrangiamenti rievoca le ispirazioni più sperimentali dei lavori precedenti.

Con Il Circolo del Sole si torna a una dance in bilico fra il Battiato anni ’80 e i primi Bluvertigo, con un testo raffinato e ricercato.

Quel Silenzio Fatto Di Impressioni, potrebbe essere la “Nuotando nell’aria” del 2019, pregevole, la adoro.

In chiusura viene ripresa Urban in una versione tinta di ambient che è proprio il suono che prediligo degli iBerlino.

Un ottimo ep che spero sia il preludio ad un nuovo Long Playing. Bravi. Consigliatissimi in dimensione live.

 

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
, ,