Graham Coxon: A+E

Torna Graham Coxon con A+E: un album che farà perdere la testa agli amanti delle atmosfere electro-wave, senza tralasciare le classiche sonorità del chitarrista dei Blur

Graham Coxon

A + E

(Cd, Parlophone)

indie, electro wave, rock

__________________

Graham Coxon- A+EE’ un ritorno molto interessante quello di Graham Coxon, storico chitarrista dei Blur (dei quali si preannuncia da tempo una reunion con tanto di nuovo album).

Dopo l’esordio solista datato 1998, Graham ha sfornato quasi un album ogni due anni e questo A+E promette scintille.

Advice è la prima traccia dell’album; puro rock con influenze garage che però non devono trarre in inganno.

Già dalla seconda traccia City Hall, le atmosfere prevalenti sono quelle di un synth pop molto cupo, quasi affine a gruppi come Chameleons o Joy Division.

What It’ll Take, primo estratto, prosegue sulla stessa scia, con un pizzico di elettronica in più; le influenze si fanno più affini ai Devo o ai Clan Of Xymox e si resta alquanto stupefatti da una simile trasformazione di Coxon.

Suoni sporchi e sintetici anche per la seguente Meet And Drink And Pollinate, sempre più robotica e simil-Kraftwerk.

L’atmosfera cambia in The Truth, brano alquanto cupo che svolta verso sonorità shoegaze.

Seven Naked Valley cambia ancora ritmi, con chitarre graffianti e incedere tormentato. Uno dei brani migliori dell’album!

Con Running For Your Life si ritorna a suoni più consueti per Coxon, puro indie rock di matrice albionica con una  buona dose di Animals e Kinks.

Molto ‘70s pure Bah Singer con hammond che spinge ed entusiasma.

Chiudono la psichedelica ambientale di Knife In The Cast, forse un po’ troppo fuori contesto ed un’irresistibile Ooh, Yeh Yeh.

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
Default image
Fabio Busi
Articles: 372