Bioscrape: Exp.Zero One

I Bioscrape immaginano un attacco virale che riporterà tutti noi ad uno stato primordiale e violento. Questo è ciò che troviamo in Exp.Zero One, insieme ad una dose massiccia del loro groove post apocalittico
Condivi sui social network:

Bioscrape

Exp.Zero One

(OverDub recordings)

alternative metal, hardcore

_______________

Bioscrape- Exp.Zero OneI Bioscrape hanno le idee chiare: sanno cosa vogliono e come ottenerlo, a quanto pare. Ciò è esplicito tanto nel loro ultimo album Exp.Zero One, quanto nelle dichiarazioni della band, reperibili online.

Con un progetto musicale partito da Biella nel 2006, questi ragazzi dichiarano di essersi ritrovati sotto il nome di Bioscrape per riuscire a esprimere quello che nelle loro precedenti esperienze non trovava posto, riservando un importante spazio all’etica e all’amicizia.

Come la descrivono loro, la creatura Bioscrape fa tanto paura in scena quanto è confortevole nel privato, permettendo a chi ne fa parte di dare libero sfogo alla propria creatività, se e solo se è in grado di contribuire con un impegno devoto e la volontà di lasciare i conflitti fuori dalla porta.

Direte voi “Cosa c’entra questo con la musica?”. Molto.

Questa professione, a mio modesto parere, ha bisogno tanto di talenti puri quanto di professionisti seri, o aspiranti tali.

Prendendo finalmente di petto la musica, Exp.Zero One è la summa delle influenze dei vari componenti, con un forte carattere alternative metal.

Troviamo tanto groove in chiave post-apocalittica, come nella straniante Chemical Heresy, e tracce di black metal nella voce, come all’inizo di Filth Blood.

Il tema generale dell’album è legato a un attacco virale subìto dal genere umano, che riporta quest’ultimo a uno stato primordiale e violento.

Con un’energia dirompente, fatta di chitarre groove e growling ruggente, una spolverata di Tool, armonici e batteria pestante, i Bioscrape hanno messo in questo lavoro tutto il loro mondo, la loro esperienza e visione artistica, senza risparmiarsi né farci affogare nel caos musicale.

La loro rappresenta una lettura interessante del genere, non c’è dubbio.

Gli ultimi articoli di Dafne Perticarini

Condivi sui social network:
Default image
Dafne Perticarini
Articles: 93
Available for Amazon Prime