Nobraino: NO USA! NO UK!

Condivi sui social network:

Nobraino

NO USA! NO UK!

(Cd, MArteLabel)

rock d’autore

[starreview tpl=16]

_______________

nobraino-nousanoukLa perentorietà del titolo, punti esclamativi compresi, non ammette repliche. E’ tutta farina prodotta in Italia quella contenuta nel calderone musicale apparecchiato dai Nobraino, giovane band romagnola nata inizialmente come squadra di basket di quartiere, dal grande impegno ma dagli scarsi risultati. Poche, infatti, le soddisfazioni ricevute in campo sportivo nel corso degli anni. Ben più numerosi, invece, i riconoscimenti ottenuti in ambito sonoro (da “DemoRai” al “Sele d’Oro”, fino al premio rivelazione dell’anno al MArteLive 2009) che li hanno portati ad esibirsi sui più importanti palchi d’Italia, fino all’approdo in tv nel salotto di Serena Dandini.

Il loro ultimo cd, NO USA! NO UK!, pubblicato rispettando una cadenza biennale che normalmente separa un lavoro (The Best Of Nobraino, 2006) dall’altro (Nobraino Live al Vidia Club, 2008), si presenta come un frullato di rock sporco, canzoni d’autore, tenere ed (auto)ironiche ballate, divertissement e riflessioni stocastiche. E’ un concentrato di musica dissacrante, cinematografica. E’ teatro immediato, poco pensato ma decisamente pensante.

Le tredici tracce, sotto la produzione artistica di Giorgio Canali, sprigionano crudezza (soprattutto nella seconda parte dell’album) e spigolosità, restando comunque pervase da una vena di sarcasmo che ce le fa amare fin dal primo ascolto. La voce possente, evocativa, malleabile di Lorenzo Kruger è il grimaldello che le supporta e le fa vibrare di piacere, raccontandoci di Narcisisti Misti, di machi romantici (Bifolco), di storie di seduzione e potere (Titti Di Più), di televisione (La Signora Guardalmar), di riflessioni sul matrimonio (Chi Me L’ha Fatto Fare) e sull’arte e chi la fa (La Ballata Stocastica). Di vita, insomma, e di come sopravviverle.

Come i precedenti lavori, anche NO USA! NO UK! è un disco virtuale, che non esiste, in quanto distribuito esclusivamente in formato digitale sui principali store on line e direttamente ai concerti della band. E allora, per agevolarne l’acquisto e farlo vostro, segnatevi le prossime date: il 4 settembre a Cisternino (BR) nell’ambito della rassegna “Pietre che cantano”, il 5 al Festival di S. Martino ad Acquaviva (BA), il 9 a Roma nell’ambito del MArte Live, il 10 a Fiuggi (FR), il 12 al Fuori Stagione Festival di Torino, mentre il 19 sarà Barcellona ad ospitare il loro travolgente live. Poi non dite che non lo sapevate…

Gli ultimi articoli di Ivan Masciovecchio

Condivi sui social network:

About Ivan Masciovecchio

View all posts by Ivan Masciovecchio →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.