Meet’n’TV, la video-compilation dell’indie italiano (gennaio 2014)

Condivi sui social network:

Meet’n’TV nasce sulle basi di “Meet’n’Radio (il tuo singolo in tutte le Radio del circuito “Meet’n’Radio”).

“Meet” sott’intende l’incontro di una serie di realtà musicali differenti che si ritrovano insieme per approdare “on/in TV”.

Ogni Mese gli artisti di Meet’n’TV avranno un accompagnatore d’eccezione.

Leggendo la parola “Meet’n’TV”, noi italiani non possiamo fare a meno di notare l’assonanza con le parole “Miti in TV”.

Ed è per questo motivo che abbiamo pensato che personaggi mitici della TV avrebbero fatto da accompagnatori degli artisti.

Un Mito della TV che vi farà da “garante” e vi fa incontrare (Meet) le TV locali Italiane e le web Tv.

Tutti gli artisti di “Meet’n’TV” ogni mese si presenteranno alle TV locali e web Italiane presentati da Miti e Inventori della TV.

Meet'n'TV-01-14

1. U PAPUN – CABRON

Sesso, droga, gioco d’azzardo, bella vita sono gli elementi della giornata tipo dell’animalesco protagonista di CABRON!, nuovo videoclip dei baresi U’ Papun e titletrack dell’omonimo album pubblicato nel 2012 prodotto da Justplaymusic e Goodfellas. La storia allucinata ed esilarante di una capra dalle sembianze umane, raccontata con l’ironia pungente che caratterizza lo spirito degli U’Papun. Una sorta di “Paura e delirio a Las Vegas” girato “on the road” interamente in Puglia e diretto da Francesco Zaccaria, Direttore della fotografia Youness Taouil. Una voce fuori dal coro nel panorama underground nazionale quella di U’PAPUN; hanno all’attivo due album di inediti, un’irriverente collaborazione con Caparezza, la vittoria del premio “Musica Contro le Mafie”, un recital con le canzoni di Giorgio Gaber, una ricca esperienza live intrapresa dal 2005 e diverse uscite radiofoniche e televisive.
I loro spettacoli contengono una forte componente satirica miscelata ad un rock contaminato con svariate influenze musicali che spaziano dall’etno-folk al pop, dal balkan al prog, dalla canzone demenziale alla canzone d’autore.
Dopo “Indiesposto”, singolo apripista dell’ultimo album, gli U’ Papun proseguono il loro singolare percorso,
pronti a ritagliarsi uno spazio sempre più ampio nel panorama rock italiano.
http://www.upapun.it

2. ORIGINAL SICILIAN STYLE – MITRA e PALLOTTOLE
Inusuale band quella degli Original Sicilian Style. Audaci nel combinare sound reggae in genuino stile siciliano, (batterie Funky, bassi groovosi e chitarre elettriche). Il loro è un reggae sperimentale dove non si rispetta a pieno la linea tracciata, sulle spiagge jamaicane, dai pionieri del genere, ma ci si può trovar coinvolti nel seguire vibrazioni che sanno tanto di una bella giornata di sole siciliana. Le parole raccontano storie in una chiave che non lascia dubbi sulle loro radici affondate nella nera pietra lavica etnea, ritmo e dialetto. Tra sentimenti speciali d’amore e la maturità verso le problematiche sociali, gli Original si collocano come uno degli esperimenti reggae nostrani più promettenti, in un continuo divenire.
http://www.originalsicilianstyle.it

3. VOTE FOR SAKI – AMO
I Vote for Saki sono un ruppo rock italiano attivo dal 2005 e caratterizzato da forti radici blues. Vengono da Recanati e hanno appena pubblicato per la Alma Music il loro quarto disco intitolato Ulisse, un EP di 6 tracce, 5 + 1 canzoni rock cantate in italiano. 5 canzoni ispirate da un viaggio in solitario compiuto dal leader del gruppo + una piccola riflessione sulla tolleranza umana scritte nella maggior parte dei casi a quattro mani dal compositore Saki e l’artista veneta Lara Stival. Il video AMO gioca sul concetto dell’illusione cercando di fare un parallelo tra l’illusione della realtà e l’illusione dell’amore. La realtà come l’amore sono solo delle illusioni, dei trucchetti male o bene congeniati o sono delle magie che rendono la vita dell’uomo unica e irripetibile?

4. PICO RAMA – THOR e FATIMA
In “Thor e Fatima” ho voluto unire in un’immaginaria relazione sentimentale due esseri appartenenti a culture religiose distanti l’una dall’altra (geograficamente); il primo è il noto dio del tuono della mitologia norrena, la seconda la quarta figlia di Maometto, che ha subìto diversi torti. Invoco l’amore tra culture, in un messaggio di pace che segue un asse che attraversa l’Europa. Ho girato personalmente il video alle isole Far Oer, nel profondo nord, tra luoghi incontaminati e surreali in cui la cultura vichinga è ancora presente.
http://www.picorama.it

5. I MUSICANTI del VENTO – ZAPPO LA TERRA
Zappo la terra, ultimo brano del disco “Al circo del poeta matto” de “I Musicanti del Vento”, è la riconciliazione dell’uomo con la natura, che pacifica i sensi e riavvicina l’uomo al senso stesso della sua esistenza, lo rasserena, gli fa chiaro nella mente e lo rimette sul cammino con la stessa premura che una madre usa verso un figlio.
http://www.imusicantidelvento.it

6. iVALIUM – 15 ANNI
Realizzato da Marco Sabino, cantante della band, il videoclip di 15 anni è un ‘omaggio agli american cult movies erotici anni 70. Spaziando in atmosfere tra il frenetico e lo psichedelico, il videoclip ricostruisce l’immaginario romantico del mito del sesso adolescenziale con rimandi alle differenze generazionali. I Valium si lasciano travolgere da scie luminose, bruciature vintage ed effetti strobo che ricreano un prodotto estremamente warholiano e piacevolmente scomposto. Valium sono una band rock/ power-pop italiana proveniente da Salerno ; sono stati definiti alfieri del New Beat, un power-pop cantato in italiano guarda a tutte le band 60’s rock d’oltremanica e rende giustizia alla lezione garage-punk americana.Hanno aperto i concerti di: Tre allegri ragazzi morti, Marta sui Tubi, Zen Circus e Hormonauts
http://www.valium.it

7. FRANCESCO MIRCOLI – PIOGGIA ACIDA
Francesco Mircoli è uno scrittore di canzoni quasi bartender che mescola un cocktail di generi quali il punk il Blues e la canzone d’Autore. Alla Fine del 2013 pubblica il suo album d’esordio “PSicofarmaci”.
Anticipato dal singolo pioggia acida, brano notturno e introspettivo il cui clip è uscito in anterpima per Max e La Gazzetta dello Sport.
http://www.francescomircoli.it

8. YLENIA LUCISANO – MOVT MOVT
Il video è una rappresentazione del legame tra la cantautrice e la sua terra, la Calabria. Il video è ambientato in Calabria tra i magnifici paesaggi della Sila e le suggestive spiagge del versante tirrenico della provincia di Cosenza. Il tutto viene trattato come un piccolo film attraverso l’utilizzo di lenti cinema e una fotografia simil pellicola cinematografica.
http://www.facebook.com/YleniaLucisanoOfficial

9. ZUCCA VELENO – SOLO IN QUESTO STATO
Zucca Veleno, all’anagrafe Beppe Calvi, classe ’76, è un cantautore e autore pugliese. Vive, suona e produce a Nordest. Da sempre è la voce dei Metrognomi. “Solo in questo stato” è il suo primo album solista, in uscita a Gennaio 2014. “Solo in questo stato” è il video del primo singolo di Zucca Veleno. La storia di un rapimento, una prigionia fisica e mentale, che ognuno di noi quotidianamente subisce. Senza nè la forza nè la volontà di reagire. A rinsavire l’uomo e l’artista è come sempre l’amore, delle persone o di un’idea , che in uno “stato” come il nostro sono davvero l’unico baluardo di salvezza.

10. PARTE LESA – SENZA UNA LACRIMA
“Senza una lacrima” è il punto di partenza del progetto musicale Parte Lesa che è la rappresentazione della quotidianità di una famiglia operaia. La regia del videoclip è di Simone Salvemini, il brano è opera di Fanny Calò, come quelli inclusi nell’EP “DE7Z” realizzato a novembre 2011, in collaborazione con Sebastian Gonzalez (basso) e Teodoro Giampietro (batteria). Ora impegnati nella registrazione del nuovo album. Line-up: Fanny Calò, Paolo Celeste, Marco Vierucci.
http://it-it.facebook.com/ParteLesabr

11. ALICE MONDIA – SPIGOLI D’AMORE
Spigoli d’Amore, che racconta la fine di una relazione travagliata. La bellezza di Alice, protagonista del video, è in contrasto con l’anonimo paesaggio, così da sottolineare la rottura tra i sentimenti che c’erano prima e quelli del momento. L’unica figura presente nel video è un angelo bianco, con cui l’artista però non interagisce e che rappresenta il freddo del dolore che incombe sulla protagonista.
http://www.alicemondia.com

 

12. BRUNO MARS – LOCKED OUT OF HEAVEN (Cover by DR.U)
Questa cover è un episodio non incluso nel loro ultimo album in italiano “Alieni alienati” ed è riarrangiata nello stile Dr.U e prodotta dal due volte nominato al Grammy, Joe Marlett (Queen of the stone age, Foo Fighters, Blink 182 etc) già produttore dell’ album. Al video partecipa in qualità di co-protagonista, l’attrice Tresy Taddei e lo stilista Cesare Paciotti ha vestito e fornito gioielli e scarpe l’intera band è girato da due giovani talenti emergenti, Jack Lucas Laugeni e Danny Mecozzi.
http://www.we-are-dru.com/

13. VITTORIO MERLO – AVREI BISOGNO DI PARLARTI
“Avrei bisogno di parlarti” è una canzone scritta da Vittorio Merlo in ricordo di suo padre, medico di famiglia del quartiere Brera-Garibaldi nella Milano degli anni ’70. Nel video si riprendono alcune immagini del filmato originale del 1953 del matrimonio dei genitori di Vittorio a Castelleone in provincia di Cremona. Sembra passato più di un secolo: sono tutti magri ma felici, siamo nel secondo dopoguerra.
http://vittorio.merlo.lu

14. RAMONA – LE PAROLE PIU SEMPLICI
Racconta l’ennesimo addio per seguire una passione che da sempre l’accompagna, la musica. «Per quanto si possa amare intensamente una persona o un luogo arriva sempre il momento in cui è necessario allontanarsene, almeno per me – racconta Ramona – Perché come una calamita vengo attirata dalla musica e chiedo a chi mi ama di essere compresa per tutti i miei arrivi e perdonata per tutte le mie partenze».
http://www.facebook.com/ramonaofficialpage

15. JIMMYGIANMARIO – NULLA CAMBIA
Gianmario Mazzola, in arte Jimmygianmario, inizia a suonare tastiere e sintetizzatori in età adolescenziale. E’ cantante, tastierista nonché autore nel gruppo Disciplina Plastica.
E’ del 2002 una demo che vede una piccola partecipazione di Andy dei Bluvertigo. Dal 2005 intraprende la carriera da solista. Nel febbraio del 2008 è corista di Milva con il coro Bevoice Gospel per la tournè in Germania. Nel 2009, insieme agli studenti dello IULM di Milano, realizza il videoclip del singolo “NULLA CAMBIA”. Nell’estate del 2011 è il vincitore del concorso nazionale “MUSIC CONTEST 2011” organizzato dal gruppo editoriale “QN” (Il Giorno, la Nazione, Il Resto del Carlino) per promuovere i talenti emergenti
del panorama musicale italiano. La giuria composta da Caterina Caselli, Enrico Ruggeri, Brando, Dado Parisini, Niccolò Agliardi, Federica Camba, Pierfrancesco Pacoda, Letizia Cini, Andrea Brusa, lo incorona vincitore nel grande concerto finale tenutosi al castello di Vigevano. Nei giorni seguenti scriverà di lui sulle pagine del “QN” il noto critico musicale Marco Mangiarotti. Dal 2011 ad oggi ha aperto alcuni concerti di Fausto Leali nel nord Italia . Nel 2012 apre con alcune canzoni, tra le quali “BAU CIAO MIAO”, del quale singolo è visibile il video su youtube, l’evento “MONZA FOR ANIMALS” presso l’autodromo di Monza a cui hanno partecipato I Nomadi, Tonino Carotone, Irene Fornaciari ed Enzo Iacchetti. Sempre con lo stesso brano, presentato dal Maestro Vince Tempera, nel 2013 si esibisce a CASA SANREMO durante il Festival. Nel giugno di quest’anno, edito da TRANTRAN editore, viene pubblicato “BAU CIAO MIAO” in una nuova veste, remixato da Gabriele D’Amora (ex Soerba) e diventa la sigla ufficiale del Monza for Animals, manifestazione musicale alla quale, nella seconda edizione, hanno partecipato anche Morgan e Fernando Saunders, bassista storico di Lou Reed.
http://www.gianmariomazzola.it

 

Gli ultimi articoli di pressvoice

Condivi sui social network: