Martial Solal: I Can’t Give You Anything but Love

Condivi sui social network:

Martial Solal

I Can’t Give You Anything but Love  (Live at the Village Vanguard)

(Cd, CAM Jazz/Ird)

jazz

_______________

camj7814-2b2Martial Solal è un musicista al quale – speriamo il più tardi possibile – sarà dedicata una statua o un premio alla memoria, ma che per il momento preferiamo continuare ad ascoltare in dischi insuperabili dove, alla ragguardevole età di 81 anni, mostra una voglia infinita di giocare e mettersi in discussione.

Se così non fosse, la Cam Jazz non si sarebbe scomodata per andarlo a registrare al Village Vanguard di New York, la sera del 12 ottobre 2007, in un concerto di piano solo capace di incuriosire, affascinare, a tratti sbalordire.

Sono diversi i punti che rendono questo disco necessario, e non solo per gli amanti del pianista francese. L’accattivante resa sonora assolutamente veritiera, a tal punto che sono stati lasciati in sottofondo i commenti del pubblico, risate e colpi di tosse inclusi, e la musica di monsieur Solal: divina, imprendibile.

Il pianista interpreta classicissimi come On Green Dolphin Street e Round Midnight con l’ingaggio di un bambino alle prese col suo giocattolo preferito la mattina dell’Epifania; sminuzza e rincolla a suo modo pezzi di storia jazzistica senza perdere mai di vista la figura principale, secondo un codice personale dal grande appeal. Le sue passeggiate sulla tastiera stupiscono per snellezza d’idee; i suoi fantastici inserti – tesi a un umorismo tipico di chi ha voglia di raccontare storie fino a tarda notte – fanno gioire i presenti. Nel programma solitario del pianista alcuni passaggi originali, come la scurissima Centre di Gravité , aggiungono ulteriore spessore a un disco che ne ha da vendere.

Il pubblico apprezza e si diverte, anche se con la statura artistica di Martial Solal c’è poco da scherzare. Chapeau.

Gli ultimi articoli di Roberto Paviglianiti

Condivi sui social network:

About Roberto Paviglianiti

View all posts by Roberto Paviglianiti →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.