Marlene Kuntz: Complimenti per la Festa (il film)

Condivi sui social network:

Il 17 febbraio arriva sul grande schermo Marlene Kuntz. Complimenti per la Festa, il film di Sebastiano Luca Insinga che celebra la band rock a vent’anni dal loro album di debutto Catartica.

Noi di RockShock avevamo seguito la data di Rende (Cosenza) del tour celebrativo: ecco la recensione.

«La prima volta che abbiamo visto il film ci ha regalato momenti di emozione e di orgoglio» dichiara Cristiano Godano, front man del gruppo.

Marlene Kuntz. Complimenti per la Festa, nato grazie a una campagna di crowdfunding su Musicraiser, racconta i 25 anni di carriera della band mostrando i Marlene Kuntz sotto una veste inedita e molto intima, attraverso l’utilizzo di filmati di archivio di ieri, alternati a musica e interviste di oggi. Le pause tra una data e l’altra sono i momenti domestici e quotidiani che alimentano il film, il ritorno in quella Cuneo dove tutto ebbe inizio e dove oggi ancora tutto scorre.

Come racconta il regista Sebastiano Luca Insinga, il film è interamente girato con camera a mano «per dare maggiore prossimità con i protagonisti, per respirare del loro respiro, per vivere le azioni così come le stanno vivendo loro. Il live è parte fondante del film. I take che compongono il montaggio del concerto sono presi da tutti i concerti del tour. Si crea quindi all’interno del film un concerto che non è mai esistito, un concerto assolutamente nuovo, un concerto che è la somma di tutti i concerti del tour.»

Marlene Kuntz. Complimenti per la Festa sarà proiettato in oltre 35 sale cinematografiche italiane del circuito “The Space Cinema”.

Sarà disponibile dal 29 gennaio, nei negozi e in digitale, Lunga Attesa, il nuovo album di inediti dei Marlene Kuntz. Il progetto è stato anticipato dal singolo Fecondità, attualmente in radio.

I Marlene Kuntz sono tre ragazzi di provincia che, all’inizio degli anni ’90, decidono di formare un gruppo rock. Non vogliono essere il solito gruppo di cover, vogliono fare la loro di musica e vogliono che sia cantata in italiano. Spediscono decine e decine di demo in giro per l’Italia, ma niente sembra accadere. Tra piccole feste di paese e locali che li cacciano via, quei ragazzi non mollano, tengono duro. Fino a che non si trovano nel posto giusto al momento giusto e incontrano un uomo che cambierà le loro sorti e quelle del rock italiano. Quei ragazzi sono i Marlene Kuntz e da quell’incontro nasce Catartica, album che sancisce un pre e un post nella storia del rock indipendente italiano. Vent’anni dopo l’uscita di Catartica, i Marlene Kuntz  riportano in tour tutte le canzoni di quell’album mitico.

 

Complimenti per la festa

Gli ultimi articoli di pressvoice

Condivi sui social network: