Lions in a Coma: Northern Lights

Condivi sui social network:

Lions in a Coma

Northern Lights

(Autoproduzione)

post rock

[starrewiev]

_______________

Lions in a Coma- Northern LightsI Lions in a Coma sono un quintetto della provincia di Sondrio che ha esordito con l’EP Northern Lights e dall’infinito universo del post-rock rilasciano queste prime tre tracce (e per ora uniche)  di cui il disco è composto.

Il loro nome fa pensare alla Lion in a coma dei Animal Collective, ma ascoltandoli ci si accorge di quanto forse la scelta sia casuale. Certamente un tono di colore psichedelico può essere rintracciato nel loro suono che però si spinge verso altre direzioni, come si evince già da questa loro prima entrata nel mondo della musica.

L’arpeggio iniziale di The Sky is not Grey Enough for the Snow to Fall apre l’EP ed è subito chiara la prevalenza dell’aspetto musicale sull’elemento vocale, ridotto a voce meccanica di sottofondo o a canto corale nel ritornello, dopo il quale il brano cambia momentaneamente ritmo e melodia, come un bridge fuori luogo che tuttavia completa l’effetto ipnotico circolare che si reinstaura con la ripresa della parte iniziale.

La seconda traccia è Tonight (I’m bleeding), più corta della prima, che lascia un maggiore spazio a una lirica che si tinge di tonalità punk rock aggressive nel ritornello, che un po’ stona con la componente musicale quasi incantatrice. Questa la si ritrova in The Birth and Death of Ison, ultima traccia totalmente strumentale che convince più delle altre per l’energia che sprigiona con un giro melodico magnetico ed emozionante.

La band infatti definisce il suo lavoro come un mix tra poesia, sentimento e sincerità espressiva ed è incredibile come riesca a comunicare tutto questo, soprattutto con l’ultimo brano, attraverso la forza della musica.

Northern Lights è disponibile in free download.

 

Gli ultimi articoli di Ivonne Ucci

Condivi sui social network:
,