Arcastella: Elementare

Un esordio che soddisferà tutti gli appassionati di folk-rock d'autore. Sotto l'ala protettrice di Massimo Bubola

Arcastella

Elementare

(Cd, Eccher Music/Storie di Note/Suonimusic, 2003)

folk rock d’autore

Suonato con semplicità e naturalezza, limitando al massimo il ricorso alla post-produzione in studio, cantato sottovoce, quasi sussurrato, Elementare, debutto discografico del gruppo Arcastella si avvale della produzione della Eccher Music, neonata etichetta musicale di Massimo Bubola, in collaborazione con l’avviatissima Storie di Note.

Un esordio che fin dal titolo lascia intendere cosa ci riserverà l’ascolto. Canzoni essenziali, trasparenti, dai delicati colori pastello che disegnano la copertina, sebbene arricchite da arrangiamenti eleganti e raffinati, mai eccessivi, che rendono al progetto un’omogeneità assolutamente perfetta.

I testi di Giovanni Del Casale, cantati dallo stesso, parlano di storie ai confini tra realtà ed immaginazione, viaggi onirici che partono da Montenero, luogo simbolico dal quale spira il vento delle passioni, ed attraversano gli amori di un tempo (Solitaire), le inquietudini dell’adolescenza (Primo Giorno Da Uomo), scavano dentro (Qualcosa Di Me) fino a veder scorrere la propria vita come sulla passerella del Giudizio Universale (La Luce Negli Occhi, nel quale ritroviamo anche Massimo Bubola all’armonica).

Oltre all’autore, impegnato anche alle chitarre compongono la line up, prossimamente in tour, Claudia Stella (basso e cori), Pietro Canali (tastiere) e Marcello Benetti alla batteria e percussioni. Il disco è dedicato alla memoria di Maurizio Cimino, già cantante e chitarrista degli X Cert e a William “”Bacco”” Bacchilega, recentemente e prematuramente scomparsi.”

Gli ultimi articoli di Ivan Masciovecchio

Condivi sui social network:
Default image
Ivan Masciovecchio
Articles: 120