RockShock

Alberto Nemo 6×0 Live (Vol.1)

Marco Capone 28 settembre 2017 Recensioni Cd, Video
Alberto Nemo 6x0 Live (Vol.1)

Alberto Nemo

6×0 Live (Vol.1)

(Dimora Records)

classica; jazz; avant-garde;

________________

 

Alberto Nemo 6x0 Live (Vol.1)Sacralità, misticismo, movimento e seduzione sono un mix perfetto per dare un’identificazione al nuovo disco di Alberto Nemo, 6×0 Live (Vol.1).

Successore di 6×0, il nuovo progetto 6×0 Live (Vol.1) è un’originale istantanea live di sei brani d’improvvisazione travolgente e di spirito anarchico, album che cambia radicalmente pelle dal punto di vista concettuale e va considerato a tutti gli effetti il secondo album di Nemo, registrato durante un concerto nel salotto letterario dell’artistica Dimora di Rovigo.

Le sonorità che Alberto Nemo propone nell’album 6×0 Live (Vol.1) sono originali e fuori dalla portata dell’immaginabile.

L’approccio è libero e spontaneo con un sound che oscilla tra la musica classica e il jazz, fino all’avant-garde (genere musicale derivato dal rock con un alto livello di sperimentazione), che insieme alla viola di Guido Frezzato crea arabeschi riverberi d’archi.

Alberto Nemo, nato a Rovigo nel 1988, è dedito alla musica sin dall’età di 21 anni per combattere quei demoni di cui difficilmente ci si riesce a liberare, perché per Nemo la musica è la cura. È chiamato traghettatore di anime: appellativo dovuto al suo iniziale percorso artistico cominciato quando cantava ai funerali, in rappresentanza del passaggio dalla vita alla morte, entrambe inevitabili della nostra esistenza, attraverso il dolore e la sofferenza.

La musica di Nemo è una metamorfosi artistica, criptica, gentile, sensibile ed estemporanea, un progetto live senza sbavatura alcuna e la qualità di registrazione risulta di ragguardevole fattura come fossero in studio. Il linguaggio espressivo di Nemo nei suoi testi è composto da liriche poetiche brevi, a verso libero e immateriali, tali da rendere difficile qualsiasi paragone o accenni di critica, coadiuvati da un sound orchestrale in controtendenza alla maggior parte dei dischi odierni e che rendono il tutto ancora più sacrale.

Il bello del mestiere dell’artista è che passando da un disco all’altro significa cambiare letteralmente il mondo che ti circonda. Ascoltare la musica in cuffia e isolarsi dal mondo reale per entrare in un infinito buio lucente. È un continuo annegare la mente all’interno di liquidi fluttuanti nello spazio in mancanza di gravità, ed è un continuo pianto, una culla di pace eterna, a detta di Nemo.

6×0 Live (Vol.1) potrebbe essere considerato un’opera rock dai contenuti sognanti, visionari, ipnotici e a tratti inquieti, dalle atmosfere di richiamo orientale dalla voce luciferina quanto angelica.

La copertina dell’album è stata curata dall’artista visionaria e fotografa Ivana Galli, testi e produzione passano per le mani dello stesso musicista, mentre la pubblicazione è dell’etichetta Dimora Records. Il lavoro di Nemo è di stampo prettamente internazionale, un progetto artistico particolare e inopinabile di una complessità artistica ben voluta, che fa di questo disco un vero e proprio culto fuori dagli schemi ordinari.



Gli ultimi articoli di Marco Capone

Alberto Nemo 6×0 Live (Vol.1) il 28 settembre 2017 votato 3.7su 5
Condivi sui social network: