RockShock

Underfloor: Quattro

Dafne Perticarini 16 maggio 2013 Recensioni Cd, Video

Underfloor

Quattro

(CD, Suburban Sky Records)

alternative rock

__________

Underfloor- QuattroDa Firenze arrivano gli Underfloor, band che ha dato alla sua musica una forte connotazione strumentale, più vicina al classico rock italiano, sporcato di strumenti classici e contaminazioni, che al prog vero e proprio.

Quello che fu un trio è diventato un quartetto, con l’apporto della viola, in alcuni casi processata, che arricchisce e caratterizza le trame sonore.

Il titolo dell’album è riferito alla cronologia delle edizioni della band: Quattro, perché siamo di fronte al 4° LP.

Un consumo da digital food potrebbe far perdere molto della pasta di una musica, che è stata volutamente registrata su analogico. Gli intrecci degli strumenti, protratti in jam apparentemente spontanee come in Indian Song, fanno pensare a live appassionati e coinvolti.

La voce è esclusivamente funzionale al sogno che si dipana lungo le dieci tracce, con testi onirici, tutti in italiano, non riferibili a storie vere e proprie.

Aggiungiamo il dettaglio della cover, opera originale dell’artista Gianfranco Chiavacci. Questa è una scelta strumentale alla rivalutazione del supporto musicale, da considerarsi un oggetto affatto superfluo.

La musica degli Underfloor ha una trama ricca, che richiede un ascolto attento.

 

 

Gli ultimi articoli di Dafne Perticarini

Underfloor: Quattro il 16 maggio 2013 votato 4.0su 5
Condivi sui social network:

Leave A Response