Teresa Salgueiro: recensione concerto Roma, Casa del Jazz, 28 luglio 2018

Teresa Salgueiro

Roma, Casa del Jazz, 28 luglio 2018

live report

______________

Teresa Salgueiro recensione concerto roma casa del jazz 28 luglio 2018Tappa romana alla Casa del Jazz della cantante portoghese Teresa Salgueiro, in giro per l’Europa a presentare il suo ulitmo CD, O Horizonte, uscito nel 2016.

Con lei ci sono il chitarrista dei Madredeus, José Peixoto, una fisarmonicista eccezionale, Carisa Marcelino, un secondo chitarrista/percussionista, Ruy Lobato ed Oscar Torres al contrabbasso elettrificato.

Parla un italiano fluente, Teresa: narra storie della sua terra, ringrazia chi l’ha “liberata”, punta il dito delicatamente sui mali del mondo, rivendica i diritti civili inalienabili dell’essere umano, interpreta poesie e canzoni dei grandi del suo Paese (una Estrela De Mar – di Jorge Palma – sublime).

Racconta anche la vita e le opere di Amalia Rodrigues (Barco Negro da togliere il respiro) e della cilena Violetta Barra (una versione di Gracias A La Vida strepitosa). Ne interpreta magnificamente il repertorio, con quella sua voce limpida e avvolgente dosata perfettamente in una serata con 31 gradi di temperatura e un’umidita del 90%.

Si concede agli applausi scroscianti che le arrivano da ogni dove della platea, che come sempre ai suoi concerti è silenziosa, attenta e ammirata. Lei risponde col suo obrigado tenue, rispettoso.

Trova il tempo per parlare dei suoi inizi, di Lisbon Story e Wim Wenders quando canta Guitarra, da Ainda dei Madredeus, suo vecchio gruppo, ma guarda avanti Teresa, scruta l’orizzonte dell’oceano che circonda la sua Terra, il Portogallo.

Rivendica le scelte politiche del suo Paese, ancor oggi tra i più poveri, ma orgoglioso del suo cammino diritto in Europa, portato avanti a testa alta, senza mai una piega ai diktat economici della stessa Unione.

A fine concerto, bellissimo, intenso, raccolto ma deflagrante, lei stanchissima si concede per quasi un’ora ai suoi fan per dediche, foto, abbracci e fiori. Una donna incredibile, Teresa Salgueiro.

Gli ultimi articoli di Gianpoalo Castaldo

Condivi sui social network:

About Gianpoalo Castaldo

View all posts by Gianpoalo Castaldo →