Steve Hackett: Genesis Revisited – Live at Hammersmith

“Genesis for next generation”: è il messaggio che ci ha consegnato Steve Hackett con il suo Live at Hammersmith

Steve Hackett

Genesis Revisited – Live at Hammersmith

(3CD + 2DVD, HackettSongs )

progressive rock

_______________

 

Steve Hackett- Genesis Revisited – Live at HammersmithSteve Hackett è stato il chitarrista dei Genesis nella loro età dell’oro, dal 1971 al 1977, (con Peter Gabriel alla voce fino al 1975) imponendosi in uno dei gruppi punta del movimento progressive inglese ed in una delle band più influenti della storia del rock.

Live at Hammersmith è il riassunto live del suo progetto Genesis Revisited (Genesis Revisited I del 1996 e Genesis Revisited II del 2012), ovvero la rielaborazione moderna  degli spettacolari brani che lui, Peter Gabriel e soci ci hanno regalato in quegli anni.

Il disco è la registrazione dei live eseguiti a Londra nel maggio 2013, in cui ci sono degli ospiti d’eccezione: Jakko Jakszyk, futura voce dei nuovi King Crimson; Steve Rothery, il chitarrista dei Marillion, il primo gruppo della scena inglese che all’inizio degli anni ’80 ha voluto recuperare quel tipo di sonorità e composizioni;  John Wetton bassista e cantante, in passato voce dei King Crimson e degli Asia; Nik Kershaw, cantautore inglese e Amanda Lehmann, chitarrista e cantante che ha partecipato al più recente Genesis Revisited II.

Il risultato non poteva che essere un live prodotto egregiamente, con una qualità del suono perfetta, suscitando forti emozioni nel riascoltare grandissimi classici del rock eseguiti e ri-arrangiati in maniera impeccabile.

The musical box ha una nuova introduzione con un suono di carillon da brividi, The Lamia offre un’interpretazione magistrale con un assolo spettacolare di Rothery nel finale. Anche il duetto Jakszyk/Lehmann in Entangled(di cui potete vedere il video in questa stessa pagina) non è da meno, eseguendo una delle ballate più belle dei Genesis post-Gabriel. Epica anche l’esecuzione integrale dei 23 minuti di Supper’s ready , forse il brano più complesso (una suite divisa in sette movimenti) e creativo dei Genesis e di tutta la storia del rock. A chiudere una strepitosa rielaborazione di Los Endos, altro brano post-Gabriel.

Se non sapete cosa regalare a Natale ed avete amici o parenti appassionati di musica, questo è il regalo giusto. Un concertone da gustare dalla prima all’ultima nota, che accontenterà i fan storici della band e che farà restare di stucco i neofiti, quelli che non hanno mai ascoltato l’era d’orata di quei Genesis.

P.S. Live at Hammersmith è in vendita in una confezione con 3 CD audio con le registrazioni del concerto più 2 DVD, uno con la visione dell’intero show in Dolby Surround 5.1 ed un altro “dietro le quinte” del concerto, con aneddoti e racconti.

[amazon_link asins=’B01MT6K1YX,B01CFL5R18,B01E10XD4Y,B01HFPDWRK,B00KBDQ4LU,B01E55GE9Q,B01N9JDS1N,B01BLZVL6O,B00TAJC8RK’ template=’ProductCarousel’ store=’rock02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ d3be1778-0714-11e7-82aa-619838bec087′]

 

 

Gli ultimi articoli di Emiliano D_Alonzo

Condivi sui social network:
Default image
Emiliano D_Alonzo
Articles: 68