Armaud: How To Erase A Plot

Condivi sui social network:

Armaud

How To Erase A Plot

(Lady Sometimes Records)

dream pop, folk

voto: 2 stelle su 5

_______________

[youtube id=”uvJz7ZNmFnE” width=”620″ height=”360″]

Armaud- How To Erase A PlotPartito come progetto per chitarra e voce nel 2013, la creatura di Paola Fecarotta, Armaud, è ora un trio. A lei si sono aggiunti la chitarra e la drum machine di Marco Bonini, con Federico Leo alla batteria. Dopo diverse tappe in tutta Europa, quest’anno è uscito il loro primo album, How To Erase A Plot.

Il disco segue la scia folk-dream pop, non disdegnando qualche incursione acustica: il limite grosso è che le 10 tracce non riescono a scalfire la barriera emotiva, che alla fine è il proposito stesso dell’esordio di Armaud.

How To Erase A Plot vive di arrangiamenti rarefatti, voci dreamy, accordi ipnotici (Him), ninnananne (Lullaby), folk sognanti (Spoiler), malinconie acustiche (May): brani che tuttavia non lasciano il segno.

A tutto ciò si aggiungono un paio di buone composizioni che comunque non alzano l’asticella di molto: le sottili trame shoegaze di Bk, e la fiaba notturna di How To Erase A Plot con la soffice tromba della Fecarotta ad impreziosire il brano.

Il punto più basso è forse Ablaze, con una chitarra troppo invadente che affossa l’atmosfera eterea.

I difetti di How To Erase A Plot sono tanti: in primis è una raccolta di ballate delicate che fluiscono nell’aria senza lasciare nulla all’ascoltatore. Inoltre la Fecarotta canta allo stesso identico modo di migliaia di colleghe di musica folk. Si tratta di un disco lento che alla fine non ripaga lo sforzo nell’ascoltarlo tutto.

 

 

Gli ultimi articoli di Alessio Morrone

Condivi sui social network:
, ,