Moebius & Plank: Rastakraut Pasta / Material

Condivi sui social network:

Moebius & Plank

Rastakraut Pasta / Material

(Cd, Bureau B)

krautrock , elettronica, sperimentale, cosmic

________________

Moebius & Plank- Rastakraut Pasta  MaterialIl duo di origine berlinese Moebius & Plank, formatosi nel 1979 e autore di 5 album fino al 1986, data dello scioglimento, può essere considerato pioniere dell’elettronica e della techno music che arriverà più di un decennio dopo.

L’etichetta Bureau B sforna in questo 2010 le ristampe dei loro primi due album: Rastakraut Pasta e Material.

Rastakraut Pasta è un album molto attuale come sonorità e si accosta parecchio alle produzioni elettroniche di genere cosmic che sono di gran voga negli ultimi tempi.

Si parte con News, marcetta robotica latina con sample vocali distorti e si prosegue con il brano che da il titolo all’album caratterizzato da una valida base “dubbeggiante”.

In Feedback 66 troviamo il basso che si inserisce fra riverberi e distorsioni industrial.

Meno sperimentale Missi Cacadou, nella quale il massiccio uso del vocoder ci riporta ai più famosi Kraftwerk.

Linea più vicina al genere chill out – ambient nella successiva Two Oldtimers che apre il varco alle ultime due tracce: l’ambient di sperimentazione pura Solar Plexus e la brevissima Landebahn.

Suona diverso , seppur prodotto solamente due anni dopo il primo, l’album Material, il quale inizia le danze con i quasi 9 minuti di Conditionierer, un mix di elettronica e new wave molto sperimentali, soprattutto se consideriamo che correva l’anno 1981.

Infiltration, resta saldo sulla sperimentazione ambient, mentre Tollkühn, si presenta con un gran tiro e potrebbe benissimo figurare tra le ultime produzioni dei Chemical Brothers o di Lindstrom.

Di nuovo sperimentazione space-ambient in Osmo-Fantor e chiusura in grande stile con la new age di altissima qualità del brano Nordöstliches Gefühl.

Questi due album sminuiscono tanti lavori odierni che alle orecchie di molti appaiono geniali. Moebius & Plank con questi Rastakraut Pasta e Material hanno proseguito il lavoro iniziato nei primi anni ’70 dai Kraftwerk, dando però un’impronta più kitsch al mondo elettronico dei colleghi di Dusseldorf .

Imperdibile per gli amanti dell’elettronica in tutte le sue sfumature.

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.