Firestorm: Web of Deceit

S’intitola Web of Deceit il primo Lp dei Firestorm, quintetto italiano dalle idee chiare e dagli spunti brillanti

Firestorm

Web of Deceit

(Cd, Copro Records)

progressive metal, power metal

_______________

Estrosi davvero questi Firestorm.

E non solo perché concludono Pictured by the Moon – sesto dei dieci brani che compongono l’album – con un accenno in chiave metal della sigla dello show televisivo di Benny Hill.

Nei circa cinquanta minuti di Web of Deceit – infatti – si riuniscono delle interessanti idee musicali che regalano un’atmosfera speciale a questo album ben bilanciato tra progressive e power.

Ottima la struttura dei brani, mai scontati nel loro svolgimento, azzeccata la pienezza delle tastiere, l’ardore degli assoli di chitarra inseriti qua e là, la parte ritmica che colpisce l’orecchio con sensibilità.

Propositivi i brani più aggressivi, suggestivi quelli più melodici, tutti suggellati dalla voce versatile del vocalist Riccardo Curzi.

Web of Deceit – in conclusione – si dimostra un album da non perdere perché ammalia chi l’ascolta, scorrendo via con quella naturalezza tipica della cose belle.

www.firestorm.it

Gli ultimi articoli di Diego Angelino

Condivi sui social network:
Default image
Diego Angelino
Articles: 28