Ruben: Da Qui Non Si Vedono le Stelle

Musica divertente e spensierata usata come terapia per staccare la spina da una vita sempre troppo più seriosa

Ruben

Da Qui Non Si Vedono le Stelle

(Cd, La Matricula, 2008)

rock’n’roll

_______________

Leggendo la sua biografia Ruben sembra interpretare alla meraviglia uno di quei personaggi fantastici messi in scena da Pirandello, uno di quegli uomini con una doppia vita “evidente e nascosta”. Ruben avvocato penalista, Ruben cantautore.

La musica può essere presa in maniera seriosa e intimista o spensierata e leggiadra. Il nostro “personaggio” sembra prenderla e viverla come un dopo-lavoro, un hobby, che gli consente di sfogare tutto lo stress accumulato durante una giornata passate tra i banchi giudiziari in compagnia di clienti esigenti e giudici puntigliosi.

Arrivata sera Ruben non vede l’ora di togliersi camicia, giacca e cravatta per abbracciare, con abiti più comodi, e forse più consoni alla sua personalità, una chitarra, e raccontare storie divertenti, storie prese direttamente dalla vita quotidiana di un uomo che ne vive due in una.

La musica che esce fuori dal suo impegno dopo-lavoro è un rock’n’roll divertente, ballabile e fatto su misura per far divertire il pubblico nei loro concerti e divertire chi lo suona.

Musica facile e semplice, con evidenti pecche di qualità ed esecuzione, che sicuramente non scoraggeranno i loro interpreti che raggiungono ugualmente il loro scopo: scrollarsi di dosso le tossine e lo stress di una vita sempre troppo seriosa.

Gli ultimi articoli di Riccardo Colabattista

Condivi sui social network:
Default image
Riccardo Colabattista
Articles: 5