Roberto Bonfanti (con musiche di Miky Marrocco): Ogni sorso un ricordo

Lo scrittore Roberto Bonfanti esce con un disco sommo, Ogni sorso un ricordo, sette traccianti in collaborazione col musicista Miky Marrocco che tra un Ferlinghetti arioso e un Carmelo Bene visionario dettano un ascolto delirante quando affascinante

Roberto Bonfanti (con musiche di Miky Marrocco)

Ogni sorso un ricordo

(Autoproduzione)

canzone d’autore sperimentale

_______________

recensione-roberto-bonfantiL’immaginifico è quel luogo non luogo dove le parole trovano una dimensione spanciata, i pensieri il proprio peso e le tentazioni le articolazioni necessarie per incantare chi ti è davanti, dietro, sopra e sotto.

Questo può riassumere il delirio positivo dello scrittore Roberto Bonfanti qui in uscita col disco Ogni sorso un ricordo, realizzato in collaborazione con il musicista “alieno” Miky Marrocco, parole e musica in un lascivo duetto di poetica metafisica e storie visionarie intrise di agrodolce, nebbie, solitudini, riflessioni e carotaggi d’anima, sette “stazioni lunari” che penetrano l’ascolto come una notte ai confini con l’alba.

Tra le saette di un Ferlinghetti e le malie profonde alla Carmelo Bene, la traiettoria, le traiettorie della tracklist sono molteplici, una psichedelica “vigile” che sciorina, scioglie e sgrana pezzi di vetro e lucidi opachi, il tutto in un mix che, messo a contrasto,  innesca una quasi teatralità off che redime spiriti irrequieti e anima fantasie dannate.

Non si incontra quasi mai un disco come questo nei territori distorti del tutto fa rock, e quando succede si apre un qualcosa che squarcia quell’immaginifico di cui sopra, ci si rinfranca dell’atmosfera galleggiante che porta e si saluta come una cometa che sfila veloce, ed in questo Bonfanti è indomabile, una voce e mille e mille ancora modi di dare una sgasata libera a tutto quello che è mestamente inquadrato. Eccellenza in transito!

 

Gli ultimi articoli di Max Sannella

Condivi sui social network:
Default image
Max Sannella
Articles: 218