Egokid: Ecce Homo

Esce a gennaio Ecce Homo, nuovo lavoro degli Egokid, imperdibile per gli amanti dell'indie-pop

Egokid

Ecce Homo

(Cd, Novunque)

indie pop

_______________

Egokid- Ecce HomoArriva nei primi giorni di questo 2011 il quarto album degli Egokid, band milanese che segue le tracce solcate dai Baustelle, presentando però un indie pop molto più affine al britpop dei primi anni ’90.

Dopo due album in inglese, The Egotrip Of The Egokid e The K Icon, il gruppo, fondato da Diego Palazzo e Piergiorgio Pardo, presenta nel 2008 il primo album in italiano. Minima Storia Curativa, vede aggiungersi ai due fondatori ed al batterista Leo Ganazzali, 3 nuovi membri: Bucchieri (basso), Debenedetti (sinth) e Clementi (chitarra elettrica).

Ecce Homo, che vede la partecipazione di Sergio Carnevale (Baustelle e Bluvertigo) alla batteria, presenta testi molto interessanti che osservano l’uomo ed i suoi difetti, fornendo uno spiccato affresco della società attuale.

Dopo il brevissimo intro di 10 secondi Umano Troppo Umano, l’album inizia con L’Uomo Qualunque, un brano molto orecchiabile che spazia dal pop pungente di Elio E Le Storie Tese a quello tinto di rock dei Baustelle.

Sonorità più intinte di rock nella seguente Credo che strizza l’occhio anche alle melodie dei primi Mamas & Papas. Come Un Eroe Della Marvel, primo singolo estratto, è invece un brano in puro stile cantautoriale, molto ben curato, anche se di più difficile ascolto.

Con Ragazze + Ragazzi arriva una delle punte di diamante; gli Egokid, che presenteranno anche il video di questo brano, hanno riproposto in italiano Boys & Girls dei Blur. Il risultato è irresistibile e non esce più dalla testa.

Non Si Uccidono Così Anche I Cavalli presenta un sound tipicamente new wave ed è valorizzata dalla collaborazione con Faust’O, cantautore friulano di fine anni ’70-inizio ’80 che divenne una sorta di David Bowie italiano.

Di nuovo atmosfere cantautoriali in Sirene, dove incombe pesantemente l’ombra della grandissima Mina, sia come sound che come stile del cantato.

Sonorità più attuali impreziosiscono Con Stile, canzone con un ritornello molto orecchiabile che probabilmente potrebbe diventare uno dei prossimi singoli, così come Una Vita che presenta un testo molto ironico che rende l’ascolto ancor più piacevole.

Anche Universo fila liscio come l’olio, in pieno stile britpop di matrice britannica.

Chiudono Non Mi Hai Fatto Male, un altro brano Mina-oriented e Parabole.

Questo Ecce Homo, potrebbe far salire alla ribalta gli Egokid, un gruppo talentuoso che seppure presenti un lavoro simile ad altri già più noti, arricchisce il tutto con grandi note di personalità che lo differenziano dal sound di altre bands del giro indie pop.

[iframe: src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?t=rock02-21&o=29&p=8&l=as1&asins=B004J9EMPM&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr” style=”width:120px;height:240px;” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″]

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
Immagine predefinita
Fabio Busi
Articoli: 375