Beach House: Bloom

Atmosfere sognanti e magici tappeti melodici candidano Bloom, nuovo lavoro dei Beach House a diventare uno dei dischi dell'anno

Beach House

Bloom

(Cd, Sub Pop/Bella Union)

dream pop

_______________

Beach House- BloomE’ pronto il da tempo annunciato nuovo album dei Beach House intitolato Bloom.  Il successore del fortunato Teen Dream esce a due anni di distanza e si candida ad essere un album molto importante per il duo statunitense.

Primo estratto ed anche prima traccia del nuovo lavoro è Myth, brano dalle atmosfere magiche che rapisce al primo ascolto.

La successiva Wild risulta meno immediata, ma ascolto dopo ascolto si rivelerà come una delle gemme preziose di questo Bloom; arriva poi immediatamente un’altra  perla: la melodia quasi perfetta di Lazuli sembra destinarlo a diventare uno dei cavalli di battaglia di questo Bloom.

Other People aggiunge un piccolo tocco vintage-psichedelico che sfocia completamente nelle tinte dreampop di The Hours.

Troublemaker ci trasporta in un viaggio onirico dal quale non vorremmo svegliarci, mentre New Year accelera lievemente il ritmo, spinta da un gradevole tappeto di tastiere.

Con Wishes si entra in un terreno in bilico fra Mùm ed Animal Collective, con l’ombra di Liz Fraser sempre in agguato.

Ci si avvicina purtroppo alla chiusura con On The Sea ed il gran finale di Irene ed annessa phantom track per chiudere in bellezza avvolti in un’aurea incantata.

Questo Bloom trasuda magia già dal booklet ed una volta inserito nel lettore sarà molto difficile trovare la forza per toglierlo.

Imperdibile.

Gli ultimi articoli di Fabio Busi

Condivi sui social network:
Default image
Fabio Busi
Articles: 372