Heaven & Hell: Neon Nights Live At Wacken

Heaven & Hell registrati live: un lavoro che non ha bisogno di presentarsi. Un album che si lascia vivere con estrema facilità e che ci ricorda che quello che amiamo non muore mai

Heaven & Hell

Neon Nights: 30 Years Of Heaven & Hell

(Cd, Eagle Rock Entertainment)

heavy metal

________________

Heaven and Hell Neon Nights Live At WackenE’ una storia che farà scendere calde lacrime di commozione a tutti coloro che hanno fatto e che fanno di un certo tipo di heavy metal il loro pane quotidiano. Parlo di tutti coloro che hanno nel cuore le note infiammabili che scivolavano via dagli amplificatori come lava incandescente fin da quegli anni 70 così pregni di voglia di cambiare.

E saranno lacrime di nostalgia, malinconia e gioia.

Perché questa storia non la sto raccontando io ma quattro ragazzi che lo fanno nell’unico modo possibile, l’unico modo con cui sono davvero capaci di trasmetterci l’emozione di qualcosa che difficilmente troverà una fine.

Heaven & Hell: questi ragazzi sono Ronnie James Dio, Toni Iommi, Geezer Butler e Vinny Appice, quattro narratori, quattro persone capaci di tutto, una volta sul palco. E, anche i pochi che non lo avessero saputo, lo capiranno non appena spingeranno il tasto play ed inizieranno ad ascoltare questo Neon Nights: 30 Years Of Heaven & Hell Live At Wacken.

Forse ce lo aspettavamo. La scomparsa di Dio non poteva passare così, senza che vedesse l’uscita di un album in qualche modo “commemorativo”. Ed eccolo qua. Le motivazioni alla sua release saranno sicuramente molte ma, in fondo, c’è poco da speculare. Questo live è qualcosa di inspiegabilmente emozionante e travolgente. Una bomba che esplode non appena lui inizia a cantare con la sua inconfondibile voce, non appena la musica si impossessa dei nostri sensi. Ed il resto non conta poi molto.

E credo sia inutile che io stia qui a dire di quanto sia potente Mob Rules o di come ci si sente coinvolti non appena partono le note martellanti di Children Of The Sea o di Heaven & Hell piuttosto che di Neon Nights. Per non parlare del fatto che, a quasi quarant’anni dall’inizio della sfolgorante carriera di ognuno di loro, non si era perso nulla di quella brillantezza che li ha resi le vere, proprie ed incontrastate icone che tutti amiamo.

No, non c’è bisogno di dirlo. C’è solo bisogno di ascoltare e, in qualche modo, di cercare di vivere questa storia con la consapevolezza che quello che abbiamo nel cuore non morirà mai.

[iframe: src=”http://rcm-it.amazon.it/e/cm?t=rock02-21&o=29&p=8&l=as1&asins=B0042UD574&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr” style=”width:120px;height:240px;” scrolling=”no” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ frameborder=”0″]

Gli ultimi articoli di Ileana

Condivi sui social network: