Sophie Auster: Dogs And Men

L’Americana Sophie Auster con Dogs And Man esercita una buona penna rock pop ma senza l’anima di una personalità propria e di conseguenza “bella ma raggiungibile

Sophie Auster

Dogs And Men

(Out Loud Music)

indie pop

_______________

[youtube id=”yXvCjBipBF8″ width=”620″ height=”360″]

sophie-auster-dogs-and-men-2015Un’estetica indie pop che è capace di mettere in connessione immaginaria – ma poi non tanto – vezzi di Fiona Apple e certe visioni novantine rarefatte e contaminate. Queste le coordinate uditive di Dogs And Men, ultimo lavoro discografico della cantautrice americana Sophie Auster, una grazia e una sostanza gradevole e decisa, raffinata disegnatrice di albe e intimità delicate come di forti stimoli, ma con un difetto di base, troppo uguale a mille altre realtà e proposte musicali che gravitano ovunque e dovunque nell’underground internazionale, una buona espressione femminile ma che si confonde nonostante gli sforzi e i cristallini arrangiamenti.

Undici tracce interpretate con straordinaria eleganza tra sogni, illusioni, rapporti e notti di pensieri fitti, tracce che spaziano in più pads stilistici, ballate pop rock come On my way, Bow tie man, il folkly mexato di Aka, il blues dinoccolato di Our mistake e il diamantino finale With you, brani che infondono piacere e l’attenzione per un tutto sommato buon songwriting ma che – per l’appunto – troppo diluito nel “tutto” tralasciando una propria via personale, una precisa e riconoscibilissima personalità propria.

 

Gli ultimi articoli di Max Sannella

Condivi sui social network:
Default image
Max Sannella
Articles: 218