Nymphea Mate: Endio

Nymphea Mate, un modo nostrano di interpretare il rock melodico tra influenze brit e strizzatine d'occhio allo stoner

Nymphea Mate

Endio

(Cd, Autoproduzione)

brit-pop, stoner

________________

Nymphea Mate: Endio I Nymphea Mate sono una band torinese che abbiamo imparato a conoscere sui palchi in giro per l’Italia. Endio, la loro ultima fatica,  è composta da 13 pezzi energici e dalla distorsione corposa.

Il brano d’apertura, Sir Constance, è un piacevole welcome a un disco composto da brani in cui è la chitarra a segnare il tempo, che si esprime nella più grintosa e veloce Billy Vanilla, una di quelle che preferisco, che  un po’ ricorda  i Kyuss e i Queen of the Stone Age.

Endio sembra quasi  un nostalgico ritorno al rock sporco anni ’90, sebbene siano forti le influenze della più moderna tradizione indie britannica, come in Camilla, brano indubbiamente tra i  più pop dell’album.

I Nymphae Mate sono dei rockers melodici, natura che traspare in tutti i brani e viene fuori con tutta la sua malinconia in All around you, non solo nel testo ma  anche nella melodia introversa e coinvolgente allo tempo stesso. I rumori e i suoni estivi di Beep introducono invece a una più tirata Song for the leader, che conquista e cattura l’attenzione, tanto da poter diventare tra i brani più famosi della band. Endio è un bel album che dà speranza al rock italiano, i Nymphea Mate sono lanciati in un tour internazionale che toccherà  oltre l’Italia anche l’Inghilterra e la Germania, per la promozione del nuovo album.

I quattro amici di Torino sapranno farsi valere anche oltre i confini, sicuramente grazie a un sound che strizza l’occhio al più tradizionale rock melodico americano, curato nei dettagli che sebbene sa di qualcosa già ascoltato, ne apprezziamo l’interpretazione di valore.


Condivi sui social network:
Immagine predefinita
Rossella Forle
Articoli: 1