RockShock

Skarabazoo: La Calda Estate

Antonio Viscido 1 ottobre 2011 Recensioni Cd

Skarabazoo

La Calda Estate

(CD, Maninalto!)

ska

[starreview tpl=16]
________________

Skarabazoo- La Calda EstateTorino capitale dello ska italiano. E gli Skarabazoo fanno ska, in maniera classica. Nulla più, nulla meno. Per cui, se vi piace lo ska, andate tranquilli, vi piacerà anche questo disco, La Calda Estate. Che ha la particolarità di essere portatore di un messaggio, anzi tre, visto che sono tre i brani contenuti nell’EP: la crisi, la mancanza del lavoro, le forme di protesta.

L’attacco di Sul Tetto, che poi non è altro che I Fought the Law nella versione dei Clash, ripreso anche per la coda, fa pensare ad una presa di posizione forte, così come è forte la forma di protesta di chi si accampa sui tetti per urlare al mondo la lotta che conduce per far valere il proprio diritto negato, qualunque esso sia. Invece il cantato è molto calmo e poco urlato. Peccato, lo avrei preferito un po’ più ruvido.

La Calda Estate è un brano più veloce che invita a far sentire la propria voce di protesta anche nei giorni caldi. Ragnatele, a mio avviso la più riuscita sia come forma che contenuto: chi non ha lavoro si trova, o rischia di trovarsi, in uno stato di sospensione, così come le ragnatele che si formano sugli oggetti immobili da tempo, e per chi ne è coperto, nonostante la loro leggerezza, sono psicologicamente di piombo.

In sintesi un disco piacevole che fa sia ballare che pensare, ma che non ha nessuno spunto riuscito che lo faccia risaltare tra il sempre maggior numero di gruppi italiani che suonano questa meravigliosa musica anglo-caraibica.


Gli ultimi articoli di Antonio Viscido

Skarabazoo: La Calda Estate il 1 ottobre 2011 votato 2.0su 5
Condivi sui social network:

Leave A Response