RockShock

Primavera Sound 2017 riempie di musica tutta Barcellona

pressvoice 27 aprile 2017 News
primavera al barris 2017

primavera al barris 2017L’intera città di Barcellona si sta preparando ad ospitare un infinito numero di proposte musicali che la inonderanno nel corso della diciassettesima edizione del Primavera Sound, non solo al Parc del Fòrum ma anche in molteplici spazi disseminati per la capitale catalana.

Le porte di una quindicina di bar, ristoranti, hotel e centri culturali e comunitari si apriranno per tutti coloro che desidereranno assistere all’ampia varietà di concerti dal vivo, che avranno luogo durante l’intero mese di Maggio e che saranno parte del cartellone di Primavera a la Ciutat, la denominazione con cui, come ogni anno, vengono presentate le attività gratuite del festival.

Anche la settima edizione del Primavera als Bars, che avrà ancora una volta il prezioso sostegno di Heineken, darà il segnale di partenza.

Dal 3 al 24 maggio un totale di undici tra artisti e band emergenti presenteranno i loro progetti in piccoli locali, che di solito non sono presenti nel circuito della musica live, ma che per questa occasione ospiteranno palchi in cui sarà possibile apprezzare questi promettenti artisti locali.

I concerti saranno principalmente di band barcellonesi, anche se ci saranno anche artisti da altre zone della Catalogna, della Spagna e anche dell’Europa. Protagonisti di questa serie di concerti a ingresso gratuito saranno il punk della band belga Cocaine Piss, il talentuoso crooner francese Ryder The Eagle, i Jazz (nuovo progetto di Yago Alcover dei Mujeres), il pop elegante e sensibile di Silent James, il rock classico con accenni Britpop di The Harlock, la divertente passeggiata negli anni ’80 di Papá Topo, il rock atmosferico dei Aldrin y Collins, il folk sperimentale dei All Indians No Chief, l’indie rock deiBelushi, le arie mediterranee del duo da Maiorca Donallop, e le melodie lo-fi di Regalim.

Inoltre, la terza edizione del Primavera als Barris partirà il 4 maggio e continuerà ogni giovedì fino al 25 dello stesso mese. Grazie al crescente impegno del Comune di Barcellona, undici concerti gratuiti saranno ospitati per la prima volta in luoghi come l’Espai Jove La Fontana, il Centre Cultural La Farinera del Clot, il Centre Cívic Baró de Viver e l’Espai Cultural Font de la Mina di Sant Adrià de Besòs. Considerata la fondamentale decisione di dare visibilità a promettenti talenti locali, il progetto è pensato per gli abitanti di questi quartieri, per intensificare il loro coinvolgimento nell’esperienza del festival. In piena armonia con i criteri qualitativi del Primavera Sound, la programmazione sarà guidata dagli inni post-rock dei Retirada!, dal trap del fondatore dei Kefta Boys ELMINI, dalle sofisticate composizioni di Evripidis con i suoi Tragedies, e dal pop malinconico dei Neleonard, il tutto all’interno dei vari centri civici. A questi si unirà anche il pop immediato dei The Crab Apples, il rock con accenni emo dei Keems, le sonorità garage dei No Crafts, gli echi postrock e shoegaze dei Bolga, i popolari vàlius con Carlota Serrahima, Angela (un progetto di Víctor López dei Redthread), e l’hip hop di DirtyPorko & Crie930.

Per il secondo anno consecutivo il Primavera al Raval conquisterà il cuore della città grazie alla sua nuova collaborazione con la marca di auto barcellonese SEAT. Nel primo fine settimana di Giugno, si terranno oltre 70 concerti durante il girno, su tre palchi collocati nel caratteristicoCentre de Cultura Contemporània de Barcelona (CCCB), in parallelo con le attività del Parc del Fòrum.

I concerti di maggior richiamo si svolgeranno all’aperto, nella Plaça Joan Coromines, sul palco SEAT, mentre i concerti più intimi si terranno Sala Teatre del CCCB. L’incontro per professionisti dell’industria musicale Primavera Pro avrà ancora una volta il suo palco per showcase al Pati de les Dones, dove si potranno apprezzare concerti di artisti provenienti da Brasile, Cile, Corea del Sud, Australia, Peru, Austria, Repubblica Sudafricana, Lussemburgo, Taiwan e Italia, senza dimenticare i rappresentanti della scena nazionale dalla Catalogna, le isole Baleari e Valencia. Allo stesso tempo, On-Screen esplorerà i legami tra musica e audiovisivi e ci darà l’opportunità di ascoltare Bill Drummond, che presenterà il suo documentario “Imagine Waking Up Tomorrow and All Music Has Disappeared”, come anche Geoff Barrowdei Portishead e il compositore Ben Salisbury, che mostreranno i loro dieci spezzoni audiovisivi preferiti, e la tavola rotonda in omaggio alla giornalista Paloma Chamorro e al segno indelebile lasciato dal suo programma La Edad de Oro.

Il Primavera Sound riafferma così il suo impegno nel portare musica dal vivo a tutti i tipi di pubblico e nel dare maggiore visibilità al dinamico tessuto culturale della città, fornendo a tutti gli abitanti di Barcellona una moltitudine di eventi concepiti in modo da poter godere del festival in tutte le sue forme.



Gli ultimi articoli di pressvoice

Condivi sui social network:

Comments are closed.